Il Liceo Pietro Giannone di Caserta incontra il Premio Strega giovani a Montecitorio

Roma- Ieri, 11 giugno, una rappresentanza composta da quattro alunni del Liceo Classico Pietro Giannone, si è recata a Montecitorio per assistere alla cerimonia di premiazione del vincitore del Premio Strega sezione “Teen” (giovani), tenutasi alle ore 17:00 nel Salone della Regina.

Accompagnati dalla professoressa Daniela Borrelli, gli studenti sono stati prima introdotti dal Presidente della Camera Roberto Fico e poi dalla scrittrice Loredana Lipparini. Successivamente ha preso la parola Stefano Petrocchi, dal 2006 direttore della prestigiosa fondazione Bellonci.

Terminati i preamboli, è intervenuta la scrittrice Lia Levi, vincitrice lo scorso anno con Questa sera è già domani.

L’autrice ha tenuto una lectio magistralis sulla complessità della scrittura e su come essa abbia molti punti di contatto con il mito di Antigone, sulla quale sarebbe opportuno spendere qualche parola, delineando più chiaramente il messaggio della scrittrice.

Eroina Sofoclea, Antigone entra in disputa con il tiranno Creonte, il quale vorrebbe impedirle di seppellire il caro fratello Polinice, dimostrando come le leggi divine (àgrapta nòmima), propugnate dalla ragazza greca, si scontrano con le leggi umane (nòmoi), difese dal tiranno,  nello stesso modo in cui la scrittura spesso esprime una condizione morale che contravviene alle convenzioni (i nòmoi, appunto) che la società ci impone, tarpandoci le ali.

Terminata la fase introduttiva, c’è stato spazio anche per un intermezzo musicale, eseguito dalla cantautrice Maria Antonietta, la quale ha interpretato, tra gli altri, il brano Deluderti.

Solo ora, tuttavia, si entra nel vivo della cerimonia: Loredana Lipparini annuncia i primi tre classificati, ma solo in ordine alfabetico, in modo da creare un clima di suspence: Marina Mander, con L’età straniera, Marco Missiroli, autore de Fedeltà e Nadia Terranova, con Addio fantasmi.

Giunti a questo punto della cerimonia, si è dato spazio agli studenti, con la lettura delle tre migliori recensioni e la premiazione dell’alunno Daniele Camagna, studente dell’istituto Celestino Rosatelli di Rieti, autore del miglior lavoro e vincitore di un assegno di mille euro.

Poco dopo viene finalmente rivelato il nome dello scrittore vincitore: Marco Missiroli, con 55 voti su 408 espressi, mentre si classificano seconda e terza ex aequo, entrambe con 45 voti, Marina Mander e Nadia Terranova.

Ad aver assistito alla premiazione ci sono stati oltre 500 alunni, provenienti da 55 scuole diverse, dislocate sia all’estero che sul territorio italiano.

Hanno partecipato come giuria anche i ragazzi del carcere minorile di Nisida, rappresentati dalla professoressa Maria Franco.

La cerimonia è terminata verso le ore 19:00, lasciando a tanti giovani provenienti da tutta Italia la consapevolezza di essere stati protagonisti di un così grande evento e di aver potuto toccare con mano il grande fermento culturale che, non solo ieri, ma sempre, dovrebbe interessare un paese come l’Italia, culla di civiltà e progresso.

 

Loading...