L’inviato di Striscia Luca Abete aggredito nel casertano

Casagiove, Recale (Caserta) – L’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete nella giornata di domenica è tornato in provincia di Caserta per realizzare uno dei suoi servizi ed ancora una volta, così come capitò nel capoluogo in piazza Cattaneo, ha subito un’aggressione.

Abete si è recato al mercatino delle pulci che si tiene ogni domenica tra Casagiove e Recale, ma la sua visita non ha entusiasmato uno dei venditori, che lo ha accolto in malo modo. L’ambulante infatti, infastidito dalle telecamere di Canale 5, ha afferrato per il collo Luca Abete: un’aggressione che è stata interrotta grazie all’intervento della Guardia di Finanza, che nella stessa giornata di domenica ha controllato tutta l’area scoprendo la presenza di ben 21 venditori abusivi e trovando nel mercatino merce contraffatta (dvd, capi d’abbigliamento e profumi) o di provenienza ignota.

L’inviato del tg satirico di Mediaset non ha riportato conseguenze serie ma i segni dell’aggressione sono ancora ben visibili sul suo collo, come si vede dalla foto postata dallo stesso Abete sui social a corredo di queste parole: “Mi piace essere preso per la gola dal punto di vista puramente culinario non in senso letterale. Abbiamo rischiato grosso, ma l’intervento dei Baschi Verdi ha evitato il peggio”.

Il servizio in questione non è ancora andato in onda e sarà trasmesso verosimilmente nel corso di questa settimana.