L’Isola ecologica non ritira ingombranti, i casertani si arrangiano: divani e materassi in strada

Comoda poltrona "per uso disabili" in Via Salvatore Di Nardo (Puccianiello) - Foto di Sebastiano Nasta

Caserta – L’isola ecologica continua a non ritirare ingombranti e la città, quella “buona” s’intende, si arrangia. Potrà quindi capitare di girare per Caserta ed imbattersi in materassi, divani e poltrone depositati qui e là a mò di salotto cittadino.
—-
E intanto si discute sui gruppi di cittadinanza attiva di facebook, dove i cittadini si ritrovano ad attribuire responsabilità varie, chi all’amministrazione, chi all’Ecocar, chi all’inciviltà di certa gente. Mentre sulla piattaforma di Ciochevedoincittà, fotografie clamorose fanno sorridere e arrabbiare. Eclatante il caso di Via Giulia dove ogni giorno, tutto documentato dalle immagini, in nemmeno 400 metri di strada, viene depositato di tutto, addirittura mobili, frutto di traslochi, a bordo strada, talvolta invadono la carreggiata. I residenti lamentano l’assenza della polizia municipale più volte chiamata ad intervenire per mettere freno ad un fenomeno divenuto ormai la norma.

Materassi in Via Giulia – Foto di Anna Sacco

—-
Qualche risata per il divano e la poltrona che attendono da settimane di essere caricati da qualcuno a via Falcone, mentre il popolo web titola con ironia i propri post: “Caserta città accogliente, gli altri hanno le panchine, noi invece direttamente i divani”.

Poltrona in Via Falcone – Foto di Riccardo Carollo

—-
Insomma, ci facciamo due risate ma nel frattempo, ironia a parte, la situazione precipita e il servizio di ritiro ingombranti è al palo. Mentre a Caserta aprono supermercati su supermercati, noi continuiamo a comprare ma non sappiamo più dove smaltire.