L’Istituto Comprensivo Vanvitelli di Caserta presenta un cortometraggio al Cinema Duel di Caserta

Ancora grandi “eventi” in programma all’Istituto Comprensivo “Vanvitelli” di Caserta, dopo la visita di alcune delegazioni estere nell’ambito di un progetto Erasmus+ e la mattinata di riflessione sul bullismo con la partecipazione del rapper cremonese Meid.

Il 23 maggio prossimo, presso il Cinema “Duel” di Caserta, ci sarà la prima di un cortometraggio “inclusivo” realizzato dall’Istituto che ha visto nel mese di aprile un gran via vai di operatori di ripresa, attori in erba, docenti-registi sotto la sapiente guida di Michele Tarallo in un progetto significativamente chiamato “Posso”.

Nato da una attività iniziata a novembre scorso di un Laboratorio di Teatro e Cinema sociale, “Posso” ha coinvolto una trentina di alunni e circa quindici docenti (per i quali è stata portata avanti un’apposita formazione) al fine di abbattere ogni tipo di barriere legate alle diversità e agli svantaggi individuali.

Il cortometraggio, basato su spunti originali venuti dai partecipanti, ma opportunamente rielaborati dai responsabili del progetto, racconta la storia di un furto per amore della musica. La riflessione, però, sul gesto porterà la protagonista a rivedere le ragioni e a mettersi nei panni degli “altri”, cioè di quelli che in qualche modo sono vittime di ingiustizie, pregiudizi, negazione di diritti. Ragazzi e docenti però non svelano, come nel più classico poliziesco, il finale, ovviamente da scoprire assistendo direttamente al film.

“Un soggetto attuale e di forte impatto emotivo. Ragazzi disabili e non, insieme a quelli che vivono un intenso disagio familiare, si raccontano nei loro desideri e nelle loro debolezze attraverso le righe di una storia tutta da vedere”: così raccontano all’IC “Vanvitelli” questa esperienza, convinti che l’inclusione non passi solo attraverso le parole, ma soprattutto attraverso il lavoro quotidiano nel rispetto e nella valorizzazione delle caratteristiche speciali di ogni alunna ed ogni alunno.

Il cortometraggio si avvale della collaborazione di “OnStage Studio”, una casa di produzione cinematografica, di “Idea Chiara onlus” e di Fattoria Fontanavecchia, che hanno creduto nel progetto e ne hanno reso possibile la realizzazione.

L’appuntamento è dunque a mercoledì 23 presso il Cinema “Duel” di via Borsellino per una doppia proiezione: la prima alle 9.00 e la seconda alle 11.00. Saranno presenti in sala per raccontare la loro esperienza, le loro emozioni, le loro storie i giovani attori impegnati nel corto.