L’Italia riscopre la bicicletta, sia tradizionale che elettrica: a maggio vendite in aumento del 60%

La riapertura dei negozi a maggio, l’arrivo della bella stagione e, soprattutto, il bonus inserito nel DL Rilancio. Sono questi i tre elementi che hanno decretato il boom di vendite di biciclette, sia tradizionali che a pedalata assistita, in Italia: +60% di vendite rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

A dichiararlo è Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), che in una nota stima un aumento di circa 200mila pezzi venduti nel solo mese di maggio sul 2019.

“Gli incentivi – si legge nel comunicato – hanno sicuramente rivitalizzato in modo significativo il mercato e le imprese del comparto stanno lavorando a pieno regime per rispondere, non senza qualche affanno, in modo adeguato alla crescente domanda che abbiamo registrato in queste settimane.

Tuttavia crescono l’interesse e la domanda attorno alla bicicletta a prescindere dagli incentivi e come associazione chiediamo alle istituzioni di cogliere questa occasione per investire su un’infrastrutturazione ciclabile finalmente più capillare, sicura, equilibrata e rispettosa degli interessi di tutti gli utenti della strada. Allo stesso tempo monitoreremo la reale applicazione del bonus, affinché non sia per i consumatori e i rivenditori una corsa ad ostacoli o, peggio, contro il tempo”.

Salgono così a “circa 540mila le biciclette acquistate dagli italiani dopo il periodo di lockdown in tutti i punti vendita presenti sul territorio”. Un numero che, sempre secondo Confindustria ANCMA, “cresce anche al fuori delle restrizioni individuate dalle misure del Governo (capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50.000 abitanti, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane), interessando così in modo omogeneo anche territori meno popolosi”.

Una tendenza di mercato rilevata anche dell’Osservatorio Mobilità di Trovaprezzi.it – il comparatore di prezzi online leader in Italia – che ha analizzato le ricerche delle ultime settimane sul web relative alle biciclette (tradizionali ed elettriche), ma anche ai monopattini e agli hoverboard, mettendo a confronto i dati del 2019.

Dal 4 al 31 maggio, le categorie Biciclette Elettriche e Inline (monopattini, pattini, skateboard, longboard e hoverboard) hanno registrato una crescita rilevante rispetto alla settimana precedente (27 aprile – 3 maggio). Il picco massimo di oltre 131mila ricerche si è raggiunto tra l’11 e il 17 maggio per le bici elettriche (+305% rispetto a 27 aprile-3 maggio e +936% rispetto al 2019), mentre sono state oltre 29mila le ricerche nella settimana successiva per la categoria Inline (+231% rispetto al 27 aprile-3 maggio e +812% vs il 2019).

Tra le bici elettriche i più desiderati sono stati i modelli a pedalata assistita (43mila ricerche) e le mountain bike (oltre 23mila). Spopolano in città anche le tipologie pieghevoli (quasi 20mila ricerche), facilmente trasportabili in auto e persino sui mezzi pubblici.

Nella categoria Inline si sono distinti i prodotti Ninebot Segway: oltre 20mila ricerche per monopattini elettrici, hoverboard e vari mezzi per il trasporto urbano

Monopattini e hoverboard popolano sempre più le città italiane: Bari primeggia per il maggior incremento di ricerche nella sezione Inline (+1499% tra 18-24 maggio 2020 rispetto al 2019), seguita da Napoli che segna un balzo di +1426% nella settimana precedente.

Tra i più appassionati di bici elettriche si distinguono i veronesi (+1330% le richieste tra il 18 e il 24 maggio 2020 rispetto allo scorso anno) e i romani (+1203% tra 11 e 17 maggio rispetto al 2019).