Lo spessore del tempo, la personale di Sergio Vozza al Belvedere di San Leucio fino al 6 novembre 2021

Lo spessore del tempo

E’ stata inaugurata sabato 23 ottobre la personale di Sergio Vozza al Belvedere di San Leucio. Nella sala Ferdinando in mostra le opere dell’artista leuciano adottato da Venezia.

Lo spessore del tempo” è promossa dalla Pro Loco Real Sito San Leucio, guidata da Domenico Villano, in collaborazione con il Comune di Caserta. A curare la mostra il critico d’arte Enzo Battarra.

Sergio Vozza ha le sue radici nel borgo leuciano dove è nato, a Mestre e alla città della laguna sono invece legate le sue attività lavorative ma l’arte, quella è rimasta in bilico tra il mare e la sua città. Un’esperienza lunga decenni e maestri importanti che lo hanno segnato, da Martinolli a Candian, da Paccagnella a Da Lozzo. Le sue opere sono state in mostra in tutta Italia e ora ritorna nella sua San Leucio.

Di questa mostra Battarra ha scritto: «Non c’è tempo. Non c’è più il tempo. L’azione è sospesa, congelata, freezata, come si direbbe oggi. E il luogo è un’iperbole fantastica, non è mai un luogo comune, ma sempre una stanza della propria memoria. Sono autoritratti del pensiero i quadri di Sergio Vozza. Sono capitoli di vita vissuta. Sono storie, ma soprattutto sono momementi mai trascurabili».

La mostra è visitabile fino al 6 novembre
dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 18:00
tutti i giorni tranne il mercoledì