Lo spumante di Asprinio, la freschezza agrumata del vino frizzante autoctono di Aversa

Lo spumante di Asprinio, la freschezza agrumata del vino frizzante autoctono di Aversa
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Nel cuore della Campania si cela un gioiello enologico che spesso viene dimenticato: lo spumante di Asprinio

Con l’avvento delle Feste Pasquali, quando sulle tavole degli italiani tornano i vini frizzanti, è importante ricordare questa vera eccellenza dell’enologia campana.

Lo spumante di Asprinio è un vino che permette di valorizzare al meglio gli aspetti floreali e fruttati, nonché la freschezza agrumata del vitigno autoctono Asprinio di Aversa.

È un vino semplice e brioso, che dimostra la straordinaria predisposizione di questa antica varietà per la produzione di spumanti di alta qualità. Il suo profilo gustativo fresco e sapido lo rende particolarmente indicato per l’aperitivo o per accompagnare antipasti di mare. È semplicemente insuperabile in abbinamento con una mozzarella di bufala casertana.

glp-auto-336x280
lisandro

Lo spumante di Asprinio è un vino che esprime appieno le caratteristiche tipiche di questo vitigno autoctono campano. Le uve provengono da vecchie viti coltivate secondo l’antico metodo dell’alberata aversana, una tecnica amata sin dall’epoca etrusca.

Sfruttando la natura rampicante della vite, essa viene allevata utilizzando alti alberi di pioppo come sostegno: “Alberate Aversane”. Le piante, ancora oggi radicate nei terreni sabbiosi, si sviluppano in altezza, tanto da richiedere vendemmie effettuate con lunghe scale a pioli “lo Scalillo”.

L’Asprinio è un autentico pezzo di storia della viticoltura che si è miracolosamente conservato fino ai giorni nostri.

Spumante di Asprinio “Mattia” di Asprinio De Angelis

Lo spumante di Asprinio “Mattia”, prodotto dall’azienda Asprinio De Angelis, è un metodo classico, millesimato, prodotto da uve bio. Le uve vengono raccolte a mano, selezionate sia in vigna che in cantina, e successivamente pressate delicatamente. Dopo questo processo, il vino riposa in bottiglia per 30 mesi, arricchendosi di complessità e carattere.

“Mattia” si presenta con un colore giallo oro, un profumo intenso e persistente con sentori erbacei e agrumati tipici. Al palato, si avverte un’acidità vivace accompagnata da una bollicina fine e persistente, con una grande concentrazione di sali minerali. Il corpo è delicato ed equilibrato.

L’alta acidità di questo spumante lo rende ideale per abbinamenti con antipasti, fritture, la classica pizza napoletana e, naturalmente, mozzarella di bufala e formaggi di breve o lunga stagionatura, più complessi e strutturati.

Quindi, con l’arrivo delle Feste Pasquali, non dimenticatevi dello spumante di Asprinio, un’eccellenza campana che saprà sorprendervi e deliziare il vostro palato