I loghi continueranno ad essere di moda anche nel 2019?

Mettere in mostra il logo del brand è un modo molto efficace per dimostrare di essere sempre attenti alle ultime tendenze dettate dalla moda, eppure c’è stato un periodo in cui esibire il logo era considerato decisamente out in quanto rappresentava l’insicurezza dell’essere che si nascondeva dietro l’apparire.

Il 2018 è l’anno della rivincita per il logo, che viene rivalutato dai designer ed impresso di nuovo a caratteri cubitali sull’abbigliamento. Questo cambiamento di rotta ha segnato anche il tramonto della versione super stilizzata del marchio sugli accessori di lusso. Stabilire per quanto tempo il logo in bella vista sarà ancora di moda nei prossimi anni è difficile, anche se già le passerelle Primavera-Estate 2019 hanno visto continuare la tendenza del marchio nelle cinture realizzate da grandi stilisti del calibro di Chanel e Christian Dior.

A riportare prepotentemente alla ribalta il logo è stata la maison Gucci, che ha valorizzato in capi e accessori la famosa doppia G intrecciata rendendola il motivo predominante della scorsa collezione Primavera-Estate 2018. La ritrovata attenzione per il marchio aziendale ha investito anche Fendi, che ha seguito la tendenza della collega Gucci portando in passerella capispalla e accessori in cui spiccano le cifre della prestigiosa casa di moda. A seguire il percorso tracciato da Gucci e Fendi sono arrivati prontamente anche i colleghi Kenzo e Calvin Klein, due brand particolarmente apprezzati dai giovani modaioli e dagli amanti dello stile casual-chic. Il sito Lyst ha rivelato i prodotti più alla moda sulla sua piattaforma non è stato affatto sorprendente constatare come la maggior parte dei clienti abbia focalizzato l’attenzione su abbigliamento, scarpe, borse e altri accessori dotati di logo, basti pensare ad esempio che al secondo posto delle preferenze delle donne si è piazzata la cintura con logo Off-white. Dalle indagini sulle preferenze dei clienti, condotta dal noto aggregatore di moda, è emerso altresì che anche per il 2019 il simbolo iconico del brand sarà di nuovo di gran moda sebbene in una forma più discreta rispetto al 2018.

Contrariamente a quanto avveniva negli anni ’80, nel 2018 il logo non è più considerato un simbolo del benessere economico ma solo un segno distintivo di appartenenza alla categoria dei fashionisti seguaci di una determinata casa di moda. I social network con milioni di iscritti come Instagram hanno contribuito in modo decisivo ad accentuare sia questo senso di appartenenza che il successo dei capi con logo, grazie alla possibilità di taggare le varie maison nelle foto.