Lush supporta la creazione di una casa di accoglienza per i giovani LGBT dell’associazione I-Ken

Marcianise – Lush, brand etico di cosmetici freschi e fatti a mano, rinnova il suo impegno etico per il 2019 e inizia il nuovo anno supportando l’associazione I-Ken: i due negozi Lush della Campania uniscono le forze e organizzano un appuntamento a favore dell’associazione, che propone un progetto di inclusione e accoglienza per persone LGBT.

Venerdì 8 e sabato 9 febbraio, i volontari di I-Ken saranno ospiti presso lo storico negozio Lush di Via Toledo,145 a Napoli e presso il nuovo store Lush aperto a Marcianise, presso il Centro Commerciale Campania, per promuovere il nuovo progetto “Questa casa non è un albergo”, presentato nel corso del convegno “Culture giovanili LGBT”, sfide, buone prassi ed innovazioni italiane made in Napoli´ tenutosi al PAN lo scorso dicembre.

Ken tutela e promuove i diritti di cittadinanza delle persone in situazione di disagio e non, attraverso una partecipazione attiva e consapevole che le renda realmente protagoniste della vita sociale e culturale del territorio cittadino. L’associazione I-Ken è attiva dal 2005 in Campania, ed opera con lo scopo di promuovere il superamento di differenza di origine sociale, religiosa, economica, culturale attraverso iniziative educative e socioculturali. In particolare si propone di svolgere un’opera educativa, informativa, di sviluppo e di sostegno relativamente alle dinamiche ed alle problematiche individuali e sociali connesse all’essere omosessuale.

I-Ken intende operare con un forte spirito di collaborazione con le istituzioni pubbliche e gli altri oggetti sociali per costruire un vero lavoro di rete.

Lush darà un aiuto concreto all’associazione e donerà a I-Ken tutti i proventi della vendita della crema Charity Pot (tranne l’IVA) che saranno raccolti durante il fine settimana del 8 e 9 febbraio presso lo store Lush Napoli e lo store Lush recentemente aperto a Marcianise.

I fondi raccolti grazie alle vendite della crema Charity Pot di Lush supporteranno il progetto Questa casa non è un albergo, progetto di inclusione e accoglienza per ragazzi LGBT in difficoltà che vede la realizzazione della prima casa rifugio sorta da un bene confiscato alle mafie, in via Genovesi, che accoglierà giovani LGBT disagiati o vittime di violenza e di ogni forma di discriminazione.

Grazie alle vendite della crema per mani e corpo Charity Pot, nel 2017 sono state sostenute in Italia oltre 100 piccole associazioni e gruppi di attivisti impegnati per la difesa dei diritti umani, dell’ambiente e degli animali, per un totale di oltre 450.000€.

Loading...