Malevera live al Lithium Bistrot, sound mediterraneo con un pizzico di ironia

La band casertana Malavera sarà ospite al Lithium Bistrot di Maddaloni il 3 febbraio alle ore 22:00 con il suo inconfondibile sound mediterraneo.

Malevera è un gruppo di giovani musicisti casertani che esegue musica che travalica gli schemi tradizionali. Le loro canzoni seguono una loro personalissima linea di pensiero, con un occhio alla realtà e un altro alle tradizioni della nostra terra. La giovane band anima il pubblico con i brani Lucia, dedicata alla città di Napoli, A te che nun staje ccà, Lato B che è un’ironica e divertente descrizione di un luogo che tutti i piccoli paesi  hanno, cioè la bottega alimentare, che diventa una sorte di confessionale per tutti gli avventori.

Dalla penna di Angelo Giaquinto e la chitarra di Alessio Palmieri nasce, nella primavera del 2015, il progetto musicale che vede, ad ottobre dello stesso anno, la partecipazione del chitarrista Ubaldo Tartaglione e della percussionista Rossella Scialla ed infine nel febbraio 2017 l’aggiunta di Bomba al basso (che ad oggi non è presente in formazione per motivi personali). Nel settembre 2017 c’è un altro avvicendamento nella formazione, Armando Vitale prende il posto di Alessio Palmieri alla chitarra ritmica.

Il progetto “Malevera” si sviluppa attorno ai testi in lingua napoletana, idioma madre che permette di raccontare storie di vita napoletana e tematiche sociali a più ampio respiro. Malevera dipinge un vero e proprio spaccato di un “vico”, ambientando i testi in diversi generi musicali senza però dimenticare Napoli, Città madre, terra fertile nella quale la loro musica ha le proprie radici. “Siria” è un testo di denuncia sociale, attenzione verso una cultura lontana secondo classificato e vincitore del premio della critica al LibereVoci festival 2016.