Maltrattamento di animali, i Carabinieri sequestrano 25 cani di razza a Castel Volturno

glp-auto-700x150
sancarlo
previous arrow
next arrow

Ancora un caso di maltrattamento di animali, stavolta ai danni ci decine di cani di razza. I Militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Castel Volturno e del Nucleo CITES di Napoli, unitamente a personale del Servizio Veterinario ASL di Caserta, hanno svolto presso un’abitazione privata in comune di Castel Volturno un controllo sul benessere animale dovuto all’elevato numero di cani di razza iscritti in banca dati anagrafe canina.

Al momento dell’accesso, sono risultati presenti e identificati mediante lettura di microchip 25 cani in totale, di cui solo 16 sono risultati intestati al conduttore dell’abitazione ed altri 9 risultati intestati ad altri soggetti.

HONDA-LIVE-TOUR
lapagliara
lisandro
SanCarlo50
previous arrow
next arrow

All’esito degli accertamenti effettuati è stato accertato il reato di maltrattamento degli animali ivi presenti, in quanto: 20 esemplari di cani sono risultati essere detenuti in pessime condizioni igienico sanitarie, nonché privi delle cinque libertà connesse al benessere degli stessi (fame, sete, libertà di movimento, stress e paura), così come descritto nel referto redatto dai medici veterinari dell’ASL.

In particolare nel cortile dell’abitazione due cani: un Pastore del Caucaso ed un Mastino Tibetano erano detenuti con catena. Sei cuccioloni di razza Mastino Tibetano erano detenuti in 3 gabbie (due cani per gabbia) con una superficie a disposizione di circa 1 metro quadro, con impossibilità di movimento. Sul terrazzo dell’abitazione, in box di muratura prefabbricata con copertura non idonea al mantenimento di temperatura omogenea, esposti all’intemperie, sono stati rinvenuti ulteriori 15 cani di razza barboncino ed un cane maltese. Riposti all’interno di gabbie per allevamento di conigli.

Alla luce di quanto accertato, i predetti militari hanno proceduto al sequestro giudiziario dei cani di razza affidando la custodia degli stessi al canile convenzionato del Comune di Castel Volturno. Il detentore dei cani è stato deferito in stato di libertà perché ritenuto responsabile della ipotesi di reato di maltrattamento di animali.