I Måneskin sbarcano a Rotterdam per gli Eurovision Song Contest 2021

I Måneskin. da sinistra: Ethan Torchio, Victoria De Angelis, Damiano David e Thomas Raggi
I Måneskin, da sinistra: Ethan Torchio, Victoria De Angelis, Damiano David e Thomas Raggi (foto del 2019)

Ogni anno, il primo classificato al Festival di Sanremo accede di diritto agli Eurovision Song Contest (l’evento musicale più importante in ambito europeo): in questa edizione l’Italia sarà rappresentata dai Måneskin, giovane rock band romana.

Il gruppo, già sbarcato nei Paesi Bassi, sarà impegnato oggi pomeriggio per le prime prove della loro “Zitti e buoni”, a cui seguiranno seconde prove sabato 15 maggio: essendo infatti ben 39 gli artisti in gara, vi è una rigida suddivisione di orari e giornate per le prove e le successive conferenze stampa di ognuno di loro.

La manifestazione vera e propria si terrà dal 18 al 22 maggio a Rotterdam nella storica Ahoy Arena e la serata finale, sarà trasmessa in Italia in diretta su Rai 1: c’è attesa e fermento per questo evento che rappresenta una sorta di ripartenza per il settore musicale; infatti ritorna dopo un anno di stop, in quanto l’edizione 2020 fu cancellata causa pandemia ed in sua sostituzione fu organizzato l’Europe Shine a Light, un programma televisivo che permise, seppur a distanza, agli artisti di esibirsi lo stesso ed è ancora impressa nella nostra mente l’immagine surreale di una Arena di Verona vuota, riscaldata dalle sole note di “Fai Rumore” di Diodato.

L’Italia, ha vinto la competizione solo due volte (nel lontano 1964 con Gigliola Cinquetti e la sua “Non ho l’età” e nel 1990 con Toto Cotugno e la canzone “Insieme 1992”): altre due volte poi l’ha sfiorata (nel 2011 con Raphael Gualazzi e la sua versione rivisitata di Follia d’amore “Madness of Love” e nel 2019 con la cantatissima “Soldi” di Mahmood); è forte quindi dopo tanti anni, un senso di riscatto e la voglia di una nuova vittoria.

Per quanto non siano tra i favoriti della vigilia, ci auguriamo che così come è successo a sorpresa a Sanremo, i Måneskin, zitti e buoni con la loro travolgente energia, conquistino anche gli Eurovision: a loro facciamo quindi i nostri in bocca al lupo.