Manifesto di Caserta Solidale, aprire gli spazi verdi e attivare i Patti di Collaborazione

Apriamo le ville pubbliche: Patti di collaborazione subito!

Continua la battaglia di Caserta Solidale per l’adempimento del Manifesto proposto in questi giorni, apertura degli spazi verdi ancora chiusi alle persone con disabilità, tramite il Regolamento dei Beni Comuni, attivazione dei Patti di Collaborazione con la rete delle associazioni che gestiscono le villette e una sede per i volontari di Caserta Solidale al sostegno dei cittadini.

A tal proposito proprio oggi pomeriggio alle ore 18.30 vi sarà una diretta facebook per chiarimenti relativi al Reddito di Emergenza e al Bando ITIA:
Chi può presentare domanda? Quali requisiti sono necessari? Quanto si potrà percepire? Che attività sono previste?
Una diretta live per spiegare queste due misure di sostegno al reddito e supporto a famiglie in difficoltà.

In questi giorni si sono susseguite le dirette facebook live con gli attivisti di Villa Giaquinto, Città Viva, Wwf, con la partecipazione di molti degli elementi di spicco della società solidale che conosciamo, Virginia Crovella, Vincenzo Fiano, Raffaele Giovine con gli attivisti di Villa Giaquinto, Città Viva, Raffaele Lauria, WWF Caserta e rappresentante del comitato per la tutela di Piazza Padre Pio, Michele Tarallo di Idea Chiara Onlus e molti altri, per sollecitare l’amministrazione comunale ad un intervento risolutivo e definitivo rispetto all’apertura di questi spazi e all’assegnazione di una sede per l’associazione.

Al momento si chiede la riapertura di tre aree: la Flora, di pertinenza del Ministero per i Beni Culturali – un giardino annesso alla Reggia di Caserta, nel cuore della città. Per alcuni anni dato in gestione al  Comune, ha ospitato cinema all’aperto, iniziative ed incontri. E’ chiuso da molti anni pur non presentando problemi strutturali.

La Villetta di Via Arno – l’unico giardino comunale fruibile del quartiere Acquaviva. Dopo anni di chiusura, dal 2017 è curato e gestito dai cittadini. Il Comune ha sempre stipulato atti di affidamento chiavi, che non tutelano chi si impegna per una gestione condivisa e virtuosa. L’ultimo atto che ci consentiva di aprire lo spazio e di curarlo, è scaduto ad aprile 2020. Ora la Villetta è chiusa.

La Villa Comunale di Parco Degli Aranci – uno spazio verde nella zona della 167. Dopo anni di apertura costante, anche di notte, e di mancanza di luce e acqua, da novembre 2019 è stato sottratto al degrado e all’abbandono grazie all’impegno dei residenti e di volontari anche di altri quartieri della città. L’acqua è stata ripristinata e in parte anche la luce. Il Comune ha siglato coi custodi volontari un atto di affidamento chiavi di 3 mesi, scaduto lo scorso aprile. Ora la Villa è chiusa.

La città intanto si schiera con le associazioni e chiede con loro una risposta immediata che consenta quanto meno agli operatori di Caserta Solidale, riconosciuti ormai quali elementi fondamentali del welfare cittadino, di poter lavorare in una sede vera per meglio aiutare e sostenere le famiglie casertane.