Manutenzione moto dopo l’inverno: cosa fare?

Manutenzione moto dopo l’inverno, cosa fare
glp-auto-700x150
GIORDANI
SANCARLO50-700
mywell
previous arrow
next arrow

Dopo i mesi invernali, con l’arrivo della bella stagione, ogni motociclista si prepara a godersi nuovamente la propria motocicletta, non prima, però, di aver controllato ogni dettaglio del proprio mezzo a due ruote.

Quando si sente che qualcosa non è in ordine bisogna recarsi dal proprio meccanico di fiducia, chiedendo un supporto professionale per risolvere eventuali problematiche.

sancarlolab-336-280
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

Naturalmente, chi non ha ancora attivato una polizza può confrontare le assicurazioni online su questo sito, mentre chi l’aveva sospesa deve ricordarsi di riattivarla.

Vediamo, quindi, quali sono le principali azioni per un check up completo della propria moto, prima di portarla su strada.

Verificare il sistema di alimentazione del carburante

Uno dei problemi dei motociclisti, dopo aver tenuto ferma la moto per diversi mesi, è quello del carburante che, senza l’aggiunta di uno stabilizzatore, durante i mesi invernali si trasforma in una sorta di vernice appiccicosa che può ostruire i passaggi che portano al sistema di alimentazione.

In questi casi, si deve procedere effettuando una pulizia del sistema. Se il carburante non è in ottimo stato, inoltre, si deve evitare di accendere la moto, procedendo con l’eliminazione e la sostituzione con nuova benzina.

L’importanza di controllare i filtri dell’aria

Durante i mesi invernali, in cui la moto è ferma nella stessa posizione, può capitare che alcuni piccoli animaletti vadano a rovinare alcune componenti del mezzo, creando dei danni non di poco conto.

Uno dei componenti che, di solito, vengono presi d’assalto è il filtro. Se dovessero essere evidenti dei segni di usura, si consiglia di sostituirlo con uno nuovo. Invece, nel caso sia intatto, si può procedere semplicemente pulendolo attraverso dell’aria compressa.

Controllare lo stato di salute degli pneumatici è fondamentale per la sicurezza

Quando la moto rimane ferma per lunghi mesi, inevitabilmente la pressione degli pneumatici si riduce drasticamente.

Questo fattore ha delle forti ripercussioni sulla manovrabilità del mezzo e può causare un’usura più rapida delle coperture.

Ecco perché è fondamentale procedere al loro controllo, accertandosi che venga ripristinato un corretto stato di pressione degli pneumatici, prima di avventurarsi su strada. Inoltre, il controllo su questo elemento deve riguardare anche l’usura: se il battistrada è consumato vicino agli appositi indicatori è sempre meglio cambiarli.

Lo stesso vale per le gomme che hanno superato il quinto anno di età. Oltre a tutelare la propria sicurezza e quella degli altri, questa procedura consente di rispettare le leggi in vigore del codice della strada.

Il check up dei freni: un passaggio imprescindibile

I freni rappresentano un sistema fondamentale di sicurezza. Osservando il display o il quadro della propria moto, bisogna sincerarsi che non ci siano spie accese che rilevano una problematica all’impianto frenante.

In ogni caso, è fondamentale verificare i livelli di liquido dei freni. Se dovesse essere sotto il limite, ovviamente, bisogna intervenire.

Aiutandosi con una torcia si potrà vedere da vicino anche la quantità di materiale delle pastiglie che è rimasto integro. Questi sistemi, infatti, sono solitamente dotati di tacche che indicano il livello di usura. Nel caso siano ormai logore, bisogna cambiarle con nuove pastiglie.

Un problema comune nelle moto ferme per mesi: la batteria

Le batterie scariche sono un problema che si presenta quasi sempre dopo la sosta invernale. Questo tipo di intoppo può ostacolare il ripristino totale di una moto dopo un lungo periodo di inattività.

Prima di avviare il motore, dunque, occorre ricaricarla o, se troppo vecchia, sostituirla con una nuova.