Maradona compie 60 anni, l’omaggio di Antonio Luise da Posillipo (VIDEO)

Maradona compie 60 anni, l'omaggio di Antonio Luise da Posillipo

La scoperta di Cadorna, l’entrata killer del “macellaio”, la vendetta servita a colpi di boxe, l’esordio in Serie A contro il Verona, la punizione indimenticabile messa a segno nella porta difesa da Tacconi, la “mano de dios”, l’assist memorabile per Burruchaga, la discesa implacabile contro l’Inghilterra per il goal più bello della storia. Fotografie simbolo di una carriera indimenticabile, la carriera di Diego Armando Maradona. 

“El Pibe de Oro” ha festeggiato i suoi 60 anni nella giornata di venerdì 30 ottobre e non possono che ritornare alla mente ed al cuore, emozioni uniche, attimi del Dio indiscusso del calcio, del fantasista per eccellenza, del genio che combatte con la sregolatezza. Antonio Luise, figlio di Salvatore, amico di Maradona scomparso nell’agosto del 2019 per il male del secolo, ha voluto fare gli auguri all’argentino con un video girato direttamente a Posillipo, precisamente in via Catullo, con lo sfondo del Golfo di Napoli e tre maglie indossate da Maradona che compongono il museo creato, negli anni, dalla famiglia LuiseAntonio custodisce gelosamente la maglia più importante della carriera di Maradona: la numero 10 che indossò in occasione del match contro l’Inghilterra dei mondiali di calcio di “Messico 1986”. 

“Re Diego è il cuore di Napoli e quando si parla di lui, nessuno può evitare di fermarsi ed emozionarsi – ha detto Antonio Luise, il più noto collezionista delle maglie di Maradona -. E’ successo anche a Posillipo, quando in tanti si sono fermati a fare foto ed a girare video per immortalare il momento. Grazie a papà, che da lassù è sempre al mio fianco, ho ricevuto tantissimi cimeli in regalo anno dopo anno. Ciò mi rende orgogliosamente napoletano. Auguri alla storia del calcio partenopeo”.

Luise è stato intervistato da diverse emittenti televisive e canali radio. In particolare Gianni Simioli di “Radio Marte” gli ha chiesto l’aneddoto più bello che lega l’immobiliarista (titolare dell’omonima agenzia immobiliare avente sedi in Castel Volturno – Loc. Baia verde, Pinetamare, Centro Storico – e Napoli) a Maradona: “Papà mi diceva sempre che piccolissimo giocavo con lui, prendendolo a ‘schiaffi’. Credo di essere stato uno dei pochi ad averlo mai fatto”. Presenti, anche se di passaggio, l’attore Giovanni Esposito e l’imprenditore nel settore “abbigliamento”, Ciro Sorbino, storico tifoso azzurro.