Maram Al Masri ad Aversa: la poetessa franco siriana protagonista di un reading spettacolo

Maram Al Masri ad Aversa
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

L’Associazione MirArte è pronta ad ospitare presso Palazzo Cascella giovedì 10 novembre alle ore 20.00 la Maram Al Masri. La poetessa franco siriana arriva ad Aversa per inaugurare gli eventi sul tema della violenza sulle donne. L’iniziativa rientra nel cartellone artistico culturale ideato da Rachele Romano e Valerio Cascella.

La serata sarà un viaggio nella poetica dell’artista francese che attraverso i suoi versi racconterà i soprusi nei confronti delle donne. La poesia di Maram è un inno alla bellezza che sopravvive al di là degli orrori, della guerra, della violenza nelle piccole cose.

Oggi il dolore di Maram è quello del suo popolo, decimato in pochi anni. I siriani da venti milioni sono diventati undici milioni. Quelli che hanno deciso di restare nella loro terra affrontano ogni giorno fame, prigione e torture da parte del regime, e le bombe dell’ISIS. A loro Maram dedica la raccolta di poesie Arriva nuda la libertà del 2014. Lontana dalla sua terra, la voce di Maram grida forte il proprio dissenso. I suoi versi diventano atti civili di resistenza al regime, richiesta di rispetto dei diritti umani. La sua poesia vola dalla Francia alla Siria, dall’Occidente all’Oriente: inno di giustizia e di libertà sia per i siriani che hanno deciso di restare sia per quelli che, in cammino per le strade del mondo, cercano pace e accoglienza.

La sua poesia è soprattutto la poesia dell’amore, un amore malato per via delle vicissitudini avverse della sua vita. Come detto, Maram è dovuta fuggire dalla sua terra, ha subito il rapimento del figlio, ha consumato due divorzi per cui il suo amore è fatto di abbandoni, di tradimenti, di noia, di rivalità, di desideri non appagati, di rivalsa con altri tradimenti, di carnalità.

L’associazione culturale MirArte, per l’occasione, presenterà anche l’artista francese Marie Hance con una mostra personale dal titolo Délicatesse. Al centro delle opere che saranno esposte, l’universo femminile in eterno movimento tra fragilità e sogni, nella ricerca della vita con il calore della delicatezza inesauribilmente carica di forza. Protagoniste, le donne che nel viaggio del tempo sono state celebrate da poeti, scrittori e compositori in tutte le loro sfumature e qui prendono sostanziale forma nella pittura di Marie Hance.

Marie Hance, lorena di nascita, a soli 9 anni viene premiata come acquarellista, poi si perfeziona nella tecnica ad olio su tela. Artista poliedrica, tra i vari riconoscimenti vince più volte il premio per gli allestimenti artistici delle vetrine. Molte sue opere, anche in acrilico e carboncino, sono realizzate su pannelli di legno mdf che scolpisce e personalizza a mano, ancora prima di dipingerli. Al suo attivo decine di mostre personali in Francia, con numerosi riconoscimenti. Recentemente ha ricevuto un encomio da “Save de Children” per un Maradona il cui ricavato della vendita è stato devoluto in beneficenza.