Marcia Social dell’Associazione Spazio Virale organizzata in occasione della Giornata della Memoria

Marcia social organizzata dall’Associazione Spazio Virale in occasione della Giornata della Memoria

Rocco Capasso, presidente dell’Associazione Spazio Virale, ha organizzato una “Marcia Social” in occasione della Giornata della Memoria, con l’obiettivo di non dimenticare le atrocità dell’Olocausto che hanno segnato per sempre  la storia dell’Umanità.

All’iniziativa possono partecipare tutti, studenti e non: ognuno può pubblicare una foto, un video o un post riguardante la Giornata della Memoria, taggando la pagina Instagram @spazio_virale e due suoi amici.

In un periodo così difficile, la storia è forse uno degli ultimi punti fermi rimasti, uno strumento attraverso cui si può trovare un momento di unione. Unione negata in questo periodo a causa del distanziamento sociale.

La storia ci insegna tanto, non può essere dimenticata ne tantomeno messa in secondo piano. Bisogna conoscere il passato per garantire un futuro migliore.

Fino ad oggi hanno aderito all’iniziativa già alcuni consiglieri degli studenti e i rappresentanti di vari Istituti Scolastici della Provincia di Caserta: Manzoni, Giannone, Siani, Gallo, Miranda, Cirillo, Pizzi, Jommelli, Da Vinci.

Inoltre è in preparazione un video, il cui testo è scritto da Nadia Margarita e Vittorio Pellecchia (due studenti universitari nonché membri dell’associazione), che vedrà la partecipazione dei rappresentanti e i consiglieri che hanno aderito, un altro modo per abbattere le distanze causate dalla pandemia.

Il video in sintesi denuncia questa dolorosa pagina di storia, i pregiudizi che ancora oggi condizionano i nostri giorni e le nostre vite, trovandoci a combattere non solo contro il Covid ma anche contro il virus della discriminazione.

L’associazione Spazio Virale, con questa denuncia sociale,  intende invitare alla conciliazione, al ricorso di valori come l’umanità, onorando la memoria di tutte le vittime che hanno perso la vita a causa di discriminazioni sociali ed atti orrendi che hanno violato ogni diritto umano.