Incidente a scuola a Marcianise, docente batte la testa e viene medicata in ospedale

Marcianise (Caserta) – Dopo i casi di cronaca avvenuti a Santa Maria a Vico e Succivo, l’allarme violenza nelle scuole è quanto mai alto. Un episodio avvenuto nella giornata di ieri in una scuola della provincia di Caserta aveva fatto pensare all’ennesimo vile gesto ai danni di una docente, ma in realtà il ferimento della donna è ricollegabile ad un incidente piuttosto che ad un’aggressione.

L’istituto in cui si è verificato il fatto  è la scuola media “Cavour” di Marcianise. Un alunno di 13 anni, affetto da disturbo pervasivo dello sviluppo, alla fine della terza ora di lezione, tornando dalla palestra della scuola e sfuggendo per un attimo al controllo degli insegnanti di sostegno, mentre correva lungo i corridoi ha urtato la docente in questione che cadendo ha battuto la testa. La donna non è stata quindi spintonata, come si era appreso in un primo momento, ma sbilanciata casualmente tanto da perdere l’equilibrio: il confine tra le due eventualità è molto labile soprattutto considerando che in pochi erano a conoscenza dei disturbi dello studente, che lo sollevano da ogni responsabilità lasciando immaginare che il gesto sia stato compiuto senza alcuna intenzione di arrecare danno all’insegnante.

La docente è stata medicata all’ospedale di Marcianise con quattro punti di sutura. A lei sono arrivati anche gli auguri di pronta guarigione da parte dei genitori del ragazzo.