A Marcianise la concentrazione di diossine nell’aria è 160 volte oltre il limite consentito

I valori relativi alle diossine nell’aria nel territorio di Marcianise sono ben 160 volte superiori rispetto ai livelli di guardia, il valore di riferimento costituito dalle linee guide della Germania (LAI-Laenderausschuss fuer Immissiosschutz – Comitato degli Stati per la protezione ambientale). Lo rende noto l’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, ed il preoccupante dato è diretta conseguenza dell’incendio di venerdì scorso dell’impianto di stoccaggio dei rifiuti Lea, nella zona industriale.

I tecnici hanno effettuato i rilevamenti e campionamenti d’aria con appositi strumenti presso un’azienda limitrofa e poi in corrispondenza dell’ingresso del sito dell’incendio, la buona notizia è che la disastrosa situazione dell’aria riguarda soltanto una zona circoscritta, ovvero quella coinvolta dal rogo.

La stessa Arpac, infatti, ha provveduto ad installare venerdì 26 ottobre, il giorno stesso dell’incendio, un laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria e dell’ambiente nei pressi della casa comunale di Marcianise. I dati rilevati nel centro della città di Marcianise risultano entro la norma.