Marcianise premiata tra i “Comuni Ricicloni”, ma la provincia di Caserta è fanalino di coda

Nell’ambito della XIV edizione del 2018 dei Comuni Ricicloni della Campania, organizzata da Legambiente, tenutasi a Salerno, per il riconoscimento ai centri per la migliore qualità di raccolta differenziata,  il Comune di  Marcianise è stato premiato, quarto in classifica , tra i comuni campani che comprendano tra i 20.000 e 50.000 abitanti.

Dei 550 Comuni della Campania sono 238 i “ricicloni”, quelli cioè che nel 2018 hanno superato il 65% di raccolta differenziata come previsto dalla legge, solo 11 in più rispetto all’anno precedente, per una percentuale complessiva di raccolta differenziata del 52,67% che rimane in ogni caso la migliore performance nel Mezzogiorno.

Tra i capoluoghi di provincia solo Benevento con il 66% di raccolta differenziata supera la quota del 65%; segue Salerno con 61%; Caserta con il 52%. Chiudono Napoli e Avellino con rispettivamente 34% e con 31% di raccolta differenziata.

La palma per le migliori performance di comuni ricicloni spetta alla provincia di Salerno dove sono 86 le amministrazioni che hanno raggiunto il 65%; segue la provincia di Benevento con 58 comuni e la provincia di Avellino con 40 amministrazioni. Chiudono la provincia di Caserta con 33 comuni. Fanalino di coda per la provincia di Napoli con solo 21 comuni.

A ritirare il premio l’Assessora all’Ambiente Cinzia Laurenza, su delega del Sindaco Antonello Velardi, che esprime grande soddisfazione: “Oggi condivido una gioia che appartiene a tutta la nostra città. Che rispetto al dramma che vive la nostra terra sembra una piccola cosa ma che, invece, è importantissima e costituisce uno dei pilastri per il nostro riscatto. Marcianise anche quest’anno è arrivata 4° nella classifica dei Comuni tra i 20.000 e i 50.000 abitanti con le più alte percentuali di raccolta differenziata. Prima però nella stessa categoria per numero di abitanti. Sono andata a ritirare con infinito orgoglio un premio riconosciuto a tutti i marcianisani. Sull’ambiente abbiamo la forza dei risultati, una città che vuole vivere e il coraggio di stare in prima linea, senza conflitti d’interesse. Solo un interesse abbiamo, la salute e il rispetto del creato. Costi quel che costi”.