Mariarosaria Stella, fotomodella di Caserta con un sogno nel cassetto

Maria Rosaria Stella

La passione per la Moda si può vivere in tanti modi ed anche declinare in tante figure professionali. Mariarosaria Stella – 25 anni, di Caserta – ha fatto della sua passione il suo lavoro, anzi due: addetta alle vendite e fotomodella.

Lavori che l’hanno portata fino a Milano, la capitale italiana della Moda. Come tutti i settori, però, anche quello della Moda è stato colpito duramente e fermato a più riprese dal Covid, insieme alle ambizioni di tanti giovani. Adesso Mariarosaria è tornata nella sua terra natìa ed è pronta a dare un nuovo slancio alla sua carriera.

Le foto sono di Francesco Norcia, gli outfit di Josephine. Nell’intervista che segue Mariarosaria Stella racconta come, dal suo punto di vista, la pandemia abbia inciso sul suo settore.

Che lavoro fai, come ti definisci?
Attualmente sono fotomodella, mi occupo degli shooting. Ma il mio lavoro principale è sempre stato quello di addetta alla vendita o commessa nei centri commerciali, più in generale nei negozi di abbigliamento. Come secondo lavoro e per passione ho sempre fatto shooting come fotomodella.

Commessa e modella ma sempre nel settore moda, è questa la tua passione?
Sì. Dopo il diploma ho immediatamente iniziato a lavorare nei negozi. Mi sono sempre occupata di moda, è quello che mi è sempre piaciuto.

Com’è nata la tua carriera di modella?
Fin da piccola mi piaceva mettermi in posa. L’ho sempre fatto per gioco, prima mi facevo le foto da sola con il cellulare, poi insieme a qualche amica che aveva la macchina fotografica. Poi, pubblicando tante foto mi sono fatta notare ed è diventato un lavoro. Inizialmente non venivo pagata ma poi sono cresciuta.

Preferisci scattare foto o le sfilate?
Mi piace di più scattare foto, quindi il lavoro di fotomodella. Posso sembrare sfacciata ma sono molto timida quindi non mi piacciono le sfilate perché avere intorno tanta gente che mi guarda non mi fa sentire a mio agio. Invece quando scatto le foto ho davanti a me solo il fotografo e pochi addetti ai lavori.

Hai mai fatto corsi di portamento?
Mai fatto ma avrei voluto farne. Mi piacerebbe anche seguire dei corsi di recitazione perché mi piace tanto tanto recitare. Ho fatto un po’ di teatro e dei cortometraggi in passato.

I concorsi di bellezza sono sempre un trampolino di lancio per una modella, tu ne hai mai fatti?
No, ma non per mia scelta. Non ne ho mai avuto il tempo e l’occasione.

Com’è stata la tua esperienza a Milano?
Beh, è stata dura perché mi sono trovata in un periodo sfavorevole. Ci sono andata poco prima dell’inizio della pandemia, mi sono trasferita definitivamente a Milano a gennaio 2020. Durante il lockdown è stata dura, ero chiusa in casa con dei coinquilini. Dopo ho iniziato a lavorare come commessa. Ho provato a lavorare anche come modella, ho fatto molti casting ma c’erano di continuo aperture e di nuovo restrizioni a causa del Covid, quindi sono riuscita a lavorare poco.

Come la pandemia ha cambiato il lavoro delle modelle? Il Covid ha inciso anche su questo settore?
Personalmente ho perso tanto stando a Milano senza poter lavorare e contemporaneamente ho perso anche i mei contatti qui a Napoli essendo stata fuori per due anni. Prima facevo tanti shooting, adesso mi chiamano molto di meno.

Come ti vedi da grande? Qual è il tuo obiettivo e quale il tuo sogno?
Continuare con la mia passione che è anche il mio secondo lavoro ed il mio sogno, cioè il lavoro di fotomodella. E poi mi piacerebbe anche intraprendere la strada della recitazione, vedere se mi porta a qualcosa.

Recitare mi piace perché si lavora tanto con gli sguardi, questo è in comune tra la fotomodella e l’attrice.

Il lavoro di modella è un sogno molto comune tra le ragazze. Mi sapresti spiegare perché piace così tanto? Tu cosa provi quando scatti delle foto?
Io penso che sia bello il fatto di stare al centro dell’attenzione, farsi notare. Mi rendo conto che potrebbe sembrare brutto da dire. Personalmente mi piace stare in posa, farmi ammirare. Quando sono davanti alla macchina fotografica divento un’altra persona, sono davvero me stessa. Fare la modella è uno sfogo per chi come me ama i vestiti, le scarpe, le borse i gioielli, il trucco.

Soprattutto, quando sto davanti alla macchina fotografica riesco a lasciare il mondo fuori, a staccare la spina. Quando mi concentro sulle foto riesco a dimenticare tutti i miei problemi. Mi fa sentire bene.

Segui Maria Rosaria Stella su Instagram.