Marina Confalone a Capua Città Madre: “Gomorra? Portare certi esempi nelle case non è corretto”

L’attrice napoletana Marina Confalone ieri sera ospite della rassegna ‘Capua Città Madre’ con un reading letterario incentrato sul tema delle madri. Tra gli autori scelti Erri De Luca e Diego Cugia. E – per la prima volta – un estratto di Filumena Marturano di Eduardo De Filippo.

‘Non ho mai interpretato questo personaggio – ha dichiarato al termine dell’esibizione – spero di poterlo fare presto a teatro’. Al suo fianco nella suggestiva cornice della Chiesa di Sant’Eligio il sassofonista Gianni D’Argenzio. Reduce dal successo cinematografico de ‘Il vizio della speranza’ di Edoardo De Angelis – che le è valso ben nove premi, tra questi il David di Donatello, i Nastri d’Argento e il Ciak d’oro come migliore attrice non protagonista – Marina Confalone ha annunciato che tornerà presto sul set. Per lei prossimamente un film e una fiction tratti da due lavori di Maurizio De Giovanni e ambientanti a Napoli.

E a proposito del modo in cui oggi il cinema e la tv rappresentano la sua terra sullo schermo, aggiunge: ‘Ho visto tutti gli episodi de L’amica geniale che mi è piaciuta molto. Un po’ meno Gomorra. Sicuramente un prodotto di grandissima qualità ma portare nelle case delle persone certi esempi non mi sembra proprio corretto’. La rassegna ‘Capua Città Madre’ , promossa dal Comune di Capua, proseguirà anche oggi con un ricco cartellone di eventi.

Ecco l’intervista video

https://www.ilmattino.it/spettacoli/teatro/marina_confalone_gomorra-4913272.html

 

Loading...