Mayfest 2024, al Teatro Don Bosco di Caserta giunte dodici corali ispirate dall’adagio “il sogno che fa sognare”

Coro Giovanile Loud Whispers
Coro Giovanile Loud Whispers
glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Sabato sera ha avuto luogo, presso il Cinema Teatro don Bosco di Caserta, la 26ma Rassegna-Concorso PremioDon Rua” riservato alle Corali polifoniche e parrocchiali, partecipanti alla manifestazione “Mayfest 2024“.

In palio numerosi premi, tra cui il Premio speciale “Targa Sacerdote Don L’Arco” (Opera Salesiana) e Premio speciale “Diocesi di Caserta Pastorale Giovanile”.

Sul palco dodici i cori che si sono esibiti, provenienti anche da fuori regione: oltre Caserta, Dragoni, Napoli, Torre del Greco, Salerno, Torre Annunziata, Portici, anche Veroli (FR) e Avezzano (AQ).

Sia le Corali giovanili che quelle composte da adulti hanno suscitato moltissimo interesse ed apprezzamento dal numerosissimo pubblico presente in sala, per la compostezza nella presentazione scenica, la scelta dei brani e l’esecuzione emozionante.

sancarlolab-336-280
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

Un plauso a tutti i Direttori di coro che, come sappiamo, svolgono una funzione sia educativa che professionale, a livello di Istituzione Scolastica oppure amatoriale, garantendo con la loro preparazione una riuscita perfetta nell’assemblaggio delle voci.

I cori polifonici sono a voci dispari, cioè le varie sezioni (soprani, contralti, tenori e bassi) si amalgamano e si confrontano con passaggi musicali e ritmici a volte di notevole difficoltà ed un Maestro di coro deve saper cogliere le differenze e le peculiarità di ciascuno valorizzandolo nel gruppo.

Dal sacro al profano

I brani presentati hanno spaziato dal carattere religioso a quello profano, passando attraverso armonizzazioni ed arrangiamenti, gospel e canzoni d’autore, villanelle e canzoni napoletane, soprattutto a cappella, davvero sorprendenti: giochi sonori, vocali e strumentali, catturati dalla genialità espressiva della gestualità propria dei direttori di coro.

L’esecuzione a cappella di molti ensemble presenti alla rassegna ha messo in luce come i passaggi tonali, cromatici e dinamici (nella dimensione del volume) possano creare l’illusione di ascoltare un’orchestra, cioè come se le voci fossero strumenti e l’orecchio ne percepisse le più sottili sfumature; anche poche sole voci, in un insieme ben concertato e curato, in un coro amplificano l’effetto delle sonorità e conferiscono al brano una qualità eccellente, unita alla dedizione nella partecipazione alle prove ed allo studio che ciascuno dedica a questa arte.

I premi assegnati hanno valorizzato gli aspetti caratteristici del canto corale: esecuzione, interpretazione, programma, originalità, organizzazione, professionalità, polifonia e coralità.

Corali partecipanti (in ordine di esibizione)

Corale Liceo Bonaventura Rescigno – Roccapiemonte (SA)
Coro Salesiano Oplonti – Torre Annunziata (NA)
Coro Polifolli – Dragoni (CE)
Coro Giovanile Loud Whisper – Portici (NA)
Corale Caserta Nova Ensemble – Caserta
Coro Polifonico Unsolcanto – Napoli
Corale Libentia Cantus – Torre del Greco (NA)
Coro Musicomania – Avezzano (AQ)
Coro Polifonico Discantus – Battipaglia (SA)
Corale Istituto San Bernardo Casamari – Veroli (FR)
Coro Daltrocanto – Salerno
Corale Harmonia Mundi – Caserta