Medaglie della Reggia di Caserta: un ricordo del “cuore” del Complesso vanvitelliano

Medaglie ricordo della Reggia di Caserta. I visitatori da questa settimana
possono portare a casa la riproduzione della medaglia commemorativa che
Carlo di Borbone fece coniare per la posa della prima pietra del Complesso
vanvitelliano.

Al fine di arricchire l’esperienza di visita e di fruizione del patrimonio
culturale, è stata attivata una macchina erogatrice di medaglie ricordo.
L’iniziativa è stata studiata nel dettaglio al fine di farne per i
visitatori anche un’occasione di conoscenza della storia di questi luoghi.

La medaglia è stata realizzata sul modello in cera oggi conservato al Museo
di San Martino a Napoli, unica testimonianza rimasta dei conii originali
interrati sotto il Palazzo Reale durante la cerimonia della posa della prima
pietra avvenuta il 20 gennaio 1752. La moneta fu commissionata, proprio per
l’occasione, da Carlo di Borbone all’architetto Luigi Vanvitelli. Nel corso
della celebrazione, ricordata dall’affresco di Gennaro Maldarelli nella Sala
del Trono, infatti, il re e la regina Maria Amalia gettarono nelle
fondamenta del Complesso vanvitelliano molti medaglioni d’oro, d’argento e
di metallo.


Sul recto il monile presenta i sovrani ritratti a mezzo busto. Sul verso è
raffigurato un prospetto del Palazzo e del Parco Reale.  Ogni singola
medaglia è confezionata in una capsula rigida trasparente che ne preserva la
conservazione.

Anche il luogo scelto per l’installazione della macchina erogatrice non è
casuale. Essa è stata, infatti, posizionata alla fine del percorso museale
degli Appartamenti Reali, alle spalle della Maestà Regia, in corrispondenza
lineare con il Vestibolo inferiore, punto in cui nel 1750 i sovrani,
presumibilmente, posero le medaglie. Nel “cuore” del Complesso
vanvitelliano.

Il servizio di erogazione medaglie ricordo e commemorative della Reggia di
Caserta è affidato alla società Phom Comunicazione.