Melanzane ripiene

La melanzana è una delle regine della tradizione culinaria partenopea. Versatile, economica e saporita, è tipica del periodo estivo, ma si trova oramai tutto l’anno. Originaria dall’India e dalla Cina, fu portata in Europa dagli arabi durante il medioevo.

Inizialmente si pensava portasse malattie intestinali, o fosse causa della peste. Solo a metà 800′, grazie al grande cuoco Artusi, fu apprezzata anche a corte.

Ingredienti  per 4 persone:

2 melanzane belle grandi (io ho scelto la varietà tonda e viola, più dolce di quella lunga e non ha bisogno di essere messa sotto sale);
300 gr di pomodori datterini (ma va bene qualsiasi tipo);
2 filetti di alici sotto sale;
una manciata di capperi dissalati;
200 gr tra olive bianche e nere denocciolate;
1 spicchio di aglio;
1 panino integrale da 100 gr. ammollato e strizzato;
6 cucchiai di olio extra;
sale p.b.

Preparazione:

Lavare, asciugare e tagliare a metà le melanzane. Con l’aiuto di un cucchiaio, svuotare le metà e tagliare la polpa a dadini. Preparare due padelle,in una con un filo di olio e a fuoco lento,far cuocere le melanzane a metà.

Nell’altra i 6 cucchiai di olio, lo spicchio di aglio in camicia, giusto un attimo di calore e unire il pane strizzato, la polpa, i datterini a pezzetti, i capperi,le olive tagliate, i filetti, aggiungere giusto due cucchiai di acqua e far cucinare a fuoco medio per circa 15 minuti, fino a quando la melanzana sarà cotta.

Salare poco l’interno della metà, riempire generosamente e far finire di cuocere.