Il mercato del lavoro sfida i laureati, e loro vincono: ecco dove e chi sono (VIDEO)

Il mercato del lavoro alza il tiro, e quando il gioco si fa duro i laureati scendono in campo. Competenza, professionalità, velocità, sono i diktat per chiunque voglia farsi largo nella giungla del “cerco/offro lavoro”. E chi ha un titolo di studio di certo non resta in panchina.

Con una certezza, però: che anche una laurea non fa la differenza se non si è disposti a mettersi in gioco in termini di formazione continua, mirata, e ad accettare la sfida sul campo che non fa differenze se non tra chi mantiene il passo e chi si ferma in panchina.

Ma il problema è un altro: in un mondo che corre sempre più veloce e ritiene “antieconomico” perdere tempo nella formazione, in quanti sono disposti alla” costruzione della qualità” del proprio personale, ad investire sulle risorse disponibili per formarle e adeguarle alle richieste di un pubblico sempre più preparato ed esigente?

Lo abbiamo chiesto alle laureate di un call center, una rappresentanza significativa di un mondo tutt’altro che improvvisato e che, purtroppo, catalizza su di sé ancora troppi e ingiustificati pregiudizi.

Emanuela, Doriana e Anna, laureate o in procinto di esserlo, hanno scelto di lavorare per la Wifor Call Center di Santa Maria Capua Vetere , un’azienda diventata in meno di venti anni il punto di riferimento per clienti come TIM, Fastweb, Vodafone e altri colossi del mercato nazionale ed estero.



Sono loro le consulenti anche per chi voglia dare impulso al proprio business e cerca una soluzione mirata e personalizzata per far decollare o ripartire gli affari della propria azienda .

Come Emanuela, avvocato per diversi anni e da due in Wifor Call Center.

“Ho scelto di lavorare qui per una sicurezza economica che il mio precedente lavoro non mi avrebbe garantito: di certo la mia laureami ha aiutato nel percorso formativo necessario per lavorare in questo call center”.

Anche Doriana un tempo era un avvocato e, dopo diverse esperienze in studi legali, ha scelto la Wifor di Santa Maria Capua Vetere due anni fa.

“Qui ho maggiori garanzie di guadagno e di crescita professionale. E oggi che curo la fase contrattuale con clienti già selezionati, spesso professionisti e manager già interessati ai nostri prodotti, faccio tesoro della mia laurea e della formazione acquisita in Wifor per garantire la competenza necessaria ad ogni stipula di contratto”.

Anna invece, ad un passo dalla laurea in Psicologia, ha scelto questo lavoro cinque mesi fa sia per mantenersi all’Università sia per la flessibilità degli orari che le permettono di studiare.

“E nel mio lavoro quello che studio all’Università mi serve tantissimo, soprattutto quando è necessario entrare in empatia con i clienti. Un elemento fondamentale, che scatta fin dai primi attimi della telefonata e che condiziona tutto il resto”.

Ed i risultati si vedono: Anna è risultata “Top Producer”in tutti e cinque i mesi di lavoro.

“Tutto questo mi entusiasma e mi stimola ad andare avanti al meglio. E non solo per la premialità e il guadagno in continuo avanzamento, ma anche per la crescita personale e professionale che Wifor mi garantisce”.

Loading...