Messa in sicurezza delle scuole, progetti approvati per 15 istituti della provincia

Provincia di Caserta – Continua il lavoro della Provincia di Caserta, guidata dal presidente Giorgio Magliocca, per garantire il diritto allo studio agli alunni casertani dopo i gravi problemi emersi negli anni scorsi. Problemi che hanno riguardato in particolare l’edilizia scolastica e che sono stati accentuati dalla grave situazione economica in cui versava (e versa tuttora) l’Ente. Al momento sono ben 15 i progetti di messa in sicurezza e riqualificazione (riguardanti le strutture che ospitano gli istituti di istruzione secondaria superiore) che hanno ricevuto l’approvazione e per i quali saranno stanziati fondi per un totale di circa 30 milioni di euro.

“Stiamo facendo passi da gigante nel riportare alle condizioni di piena normalità – ha dichiarato il Presidente della Provincia, Giorgio Magliocca – la situazione dell’edilizia scolastica in Terra di Lavoro, pur tra le mille difficoltà che ancora incombono sull’Ente; nonostante ciò intensificheremo ancora di più lo sforzo verso quelle problematiche sociali, di cui la comunità del territorio chiede con forza e legittimamente risposte concrete alle Istituzioni”.

Sono ben quindici al momento i progetti di cui all’avviso pubblico del Miur n. 35226 del 16 Agosto 2017, conclusisi con l’approvazione dei progetti definitivi dei lavori di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e PON, redatti dal Settore Edilizia dell’Ente sulle quindici proposte di candidature pervenute dagli istituti scolastici di Terra di Lavoro.

I progetti definitivi di messa in sicurezza e riqualificazione riguardano i seguenti Istituti Scolastici della provincia:
• Liceo Statale “A. Manzoni” di Caserta, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 3.198.978,88;
• Liceo Statale “Don Gnocchi” di Maddaloni, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 1.054.436,42;
• Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Caso” di Piedimonte Matese, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 3.200.000,00;
• I.T.E.T. “Federico II” di Capua, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 2.197.721,84;
• Liceo Artistico Statale “San Leucio” di Caserta, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 2.995.064,05;
• Istituto Tecnico Economico “A. Gallo” di Aversa, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 623.714,23;
• Istituto Tecnico “Ferraris” e Liceo Artistico “Buccini” di Marcianise, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 999,987,95;
• Liceo “Pietro Giannone “ di Caserta, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 965.052,30;
• Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Aversa, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 3.189.818,97;
• ISIS “A. Volta” di Aversa, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 3.040.816,46;
• Liceo Scientifico “Nino Cortese” di Maddaloni, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 970.426,10;
• Liceo Scientifico “L. da Vinci” di Vairano Patenora, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 647.929,52;

• Liceo Statale “Salvatore Pizzi” di Capua, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 2.736.584,94;

• ISISS “Marconi” di Vairano Patenora, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 2.499.912,61;
• Liceo Statale “Domenico Cirillo” di Aversa, per un importo totale intervento finanziabile di Euro 3.081.606,70.

Il programma plurifondo (FSE-FESR) è finalizzato al miglioramento del sistema Istruzione ed è perseguito tramite una integrazione tra investimenti finanziati dal Fondo Sociale Europeo per la formazione ed il miglioramento delle competenze e dal Fondo Sociale Europeo di Sviluppo Regionale per gli interventi strutturali. Gli interventi richiesti rientrano nel Programma Operativo Nazionale (PON) “ Per la Scuola – Competenze e Ambiente per l’Apprendimento” – Asse II FESR – programmazione 2014-2020 .

Nello specifico, gli interventi in programma presso questi quindici Istituti si svilupperanno su due direttrici ( tipologia A e Tipologia B): la tipologia A prevede interventi nell’ambito della messa in sicurezza degli edifici, cioè in lavori di adeguamento sismico, di miglioramento sismico, di adeguamento impiantistico e messa in sicurezza ai fini dell’agibilità, di bonifica amianto; la tipologia B invece prevede lavori diversi dalla messa in sicurezza degli edifici e cioè: interventi atti a conseguire la conformità alla normativa in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche; interventi finalizzati all’efficientamento energetico degli edifici; lavori che mirano ad aumentare le aree interne ed esterne per lo svolgimento di servizi accessori agli studenti ( mensa, spazi comuni, aree a verde, spazi per lo sport, spazi laboratoriali).