Meteo Caserta, il maltempo che sta flagellando le regioni del Nord Italia, non interesserà la nostra provincia

Maltempo a Caserta

Il maltempo che sta interessando alcune regione del Nord, secondo le previsioni dei meteorologi, non dovrebbe interessare il Sud Italia, almeno non con la stessa violenza. In Alto Adige a causa delle forti piogge si è resa necessaria la chiusura in entrambi i sensi di marcia dell’autostrada A22 del Brennero e la ferrovia del Brennero.

Una violenta grandinata con chicchi grandi come noci si è abbattuta nel pomeriggio di domenica su Ancona. Il nubifragio, accompagnato da forti venti e fulmini, ha danneggiato molte grondaie, bucato le tapparelle delle finestre e rovinato la carrozzeria delle auto in sosta in diverse zone del capoluogo marchigiano.

In Toscana si registrano numerosi interventi dei Vigili del Fuoco in varie province. Ad Asciano (Siena), in località Mucigliano, nel cuore delle Crete Senesi, è crollato il campanile a vela della chiesa insieme a un pezzo di tetto. Nessun ferito ma danni materiali importanti.

Il Meteo a Caserta e le temperature

A Caserta oggi i cieli saranno nuvolosi al mattino con deboli piogge in alcune zone della provincia, aumento della nuvolosità al pomeriggio con una probabilità del 70% di precipitazioni (consulta per previsioni orarie: casertaweb.com/notizie/meteo/).

La Protezione Civile della Regione Campania comunica che a partire dalle ore 13 e fino alle 20 di oggi sono previste piogge e temporali che sulle zone 1 e 2 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese) determinano un’allerta meteo di colore Giallo per conseguenti possibili fenomeni di dissesto idrogeologico.

Previsioni sulla Campania

Nel corso della seconda parte della giornata di oggi, assisteremo al cedimento dell’alta pressione sotto l’incedere di una perturbazione atlantica in arrivo dal nord Italia; entro sera su Campania, Calabria e Sicilia irromperanno più fresche correnti occidentali che, unitamente ad un sensibile abbassamento delle temperature, daranno luogo ad un graduale aumento della nuvolosità e rovesci sparsi sui settori tirrenici.

Tra martedì e mercoledì tendono ad esaurirsi le precipitazioni, ma a metà settimana una nuova perturbazione, stavolta proveniente dal nord Africa, tenderà ad investire le nostre regioni meridionali, a partire dalla Sicilia, ove sono attese le prime piogge giovedì.”

(fonte:  corriere.it  / 3bmeteo.com)