“Mettiamoci in mezzo! Presidio per Willy”. Domenica 13 settembre una manifestazione a Caserta

Presidio per Willy

Caserta – Il Centro Sociale Ex Canapifico e la Rete Caserta Città Viva hanno organizzato congiuntamente una manifestazione dal titolo “Mettiamoci in mezzo! Presidio per Willy” che si terra in piazza Gramsci a Caserta domenica 13 settembre a partire dalle ore 18:30. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa congiunto:

“Willy ha pagato con la vita il suo non aver voltato la faccia, l’essersi buttato in mezzo, l’incapacità di accettare che qualcuno subisse un sopruso. Di fronte a sé ha trovato 4 vigliacchi che si sono sentiti “veri uomini” a massacrare di botte un ragazzo finanche quando era a terra e li pregava di smettere.”

“Quest’omicidio non deve lasciarci senza parole. Non deve lasciarci in silenzio, ognuno con il suo sgomento. Dobbiamo avere invece il coraggio di ricollegare le cose, di riconoscere la cultura di violenza, di maschilismo, di abusi sui più deboli che va sempre più radicandosi fino a diventare “normale”. In piazza vogliamo commemorare Willy, ma anche denunciare questa cultura, confrontarci sugli strumenti che bisogna mettere in campo per combatterla. Ad essa vogliamo opporre la cultura e l’azione del “mettersi in mezzo”, del non girare la faccia dall’altra parte, del non infierire su chi è già in difficoltà, della solidarietà con chi si trova in una condizione di debolezza, anche se lo siamo anche noi. Come lo era Willy, nel suo ultimo momento.”

Note Organizzative:

Gli organizzatori porteranno una piccola amplificazione, e il microfono sarà aperto ai contributi dei cittadini, delle associazioni e di quanti vorranno intervenire per lasciare il proprio contributo.

A questo proposito, pur essendo l’invito esteso a tutti, è superfluo ricordare che non è una passerella elettorale, ma siamo certi che a nessuno verrà in mente di considerare tale quest’iniziativa.

Si ricorda di munirsi della mascherina per partecipare. Si pregano i partecipanti di rispettare le regole del distanziamento fisico, evitando assembramenti. Vogliamo che l’iniziativa si svolga in piena sicurezza, a tutela di tutti i partecipanti.