Mezza città al buio, transenne divelte, alberi caduti, i casertani gridano aiuto dai social network

foto di Andrea Schettino

Questa mattina il sole splende, niente farebbe credere che invece ieri è stata una vera e propria giornata autunnale con forti e fredde raffiche di vento. Eppure il vento ha spazzato la città per l’intera nottata, con qualche danno, seppur minimo, ma degno di attenzione. Ovviamente nessuna paura per i prossimi giorni, per i quali il meteo indica temperature miti, tempo soleggiato se non con qualche nuvoletta, almeno fino a sabato.

Le segnalazioni sui social network, in particolare sulla pagina di Caserta, Ciochevedoincittà, parlano però di alberi e transenne divelte. In particolare a San Clemente, in via Campanella verso via Genovesi. “La strada è già ridotta ad una corsia di marcia a doppio senso alternato non regolamentato – scrive una utente, Ivana Riccio –  a causa di lavori di scavo e le transenne divelte ingombrano parte della suddetta corsia “libera”. Si teme per la stabilità dell’ intera struttura e per l’incolumità dei passanti”.

Ci sembra importante per chi dovesse percorrere quel tratto di strada tenere conto di questa informazione, così è giusto prestare attenzione all’albero caduto, completamente sradicato, in via Volturno, per il quale si gridano invettive all’amministrazione comunale per la cattiva manutenzione del verde pubblico e già fioccano le scommesse sul tempo previsto per la rimozione.

Un altro punto estremamente dolente e a quanto pare ricorrente però è lo spegnimento di intere strade e quartieri. Caserta città al buio, con gli strali dei cittadini che si sentono impotenti anche solo nel segnalare i guasti, considerando che ci sono posti in città dove la luce manca da quasi due mesi.

Una delle segnalazioni: “Via Buonarroti e strade limitrofe completamente al buio ieri sera ma pare che la situazione sia così da diversi giorni, una signora é anche caduta, forse qualcuno ha informazioni in merito al sopracitato disagio? Grazie”.
E ancora, le segnalazioni sono continue: Viella Santa Barbara a Sala al buio da circa 2 mesi, Via Nazario Sauro, via Roosvelt, Via Petrarelle, via Ernesto Moneta, Piazza Ungaretti,
Via Gandhi: “Vado lavorare alle 20.30 con la bici – commenta un utente – vi immaginate in che modo“? E ancora: “La sera quando torno da lavoro ho paura a parcheggiare fuori casa”, commenta un’altra cittadina.

Qualcuno ipotizza che i problemi legati all’illuminazione siano un modo dell’amministrazione per risparmiare sulle dolenti bollette comunali, spegnendo così a random una strada qui e là, altri invece pensano che sia comunque una inesistente manutenzione e gestione dell’illuminazione pubblica da parte del gestore preposto. In ogni caso impossibile vivere in queste condizioni.

Insomma sembra davvero una situazione insostenibile, appena scongiurata l’ultima crisi rifiuti, la città che si allaga non appena giunge un temporale più di sostanza, con le caditoie completamente otturate, ecco giungere nuove problematiche, viabilità troppo spesso in tilt, polizia municipale quasi inesistente sul territorio, i casertani gridano aiuto mentre navigano in mezzo a mille piccole, grandi problematiche che nemmeno le salatissime imposte riescono a risolvere. In una città che per estensione e possibilità potrebbe essere un gioiellino.