Mezza Maratona Reggia Reggia, trionfa il Burundi con Nzikwinkunda e Nimbona. Vizzini il primo italiano

Mezza Maratona Reggia Reggia, trionfa il Burundi con Nzikwinkunda e Nimbona

Festa e che festa per gli oltre i mille podisti, la Caivano Runners per tre volte sul primo gradino del podio

In archivio la settima Reggia, Reggia con consensi, grandi numeri e tanto pubblico. La mezza maratona del patron Rivetti ha catturato l’attenzione di numerosi podisti provenienti da più parti d’Italia e dall’estero. La gara della ASD Caserta Running dopo lo stop dello scorso anno è tornata quest’anno nella penultima domenica di novembre.

La competizione si è svolta con una giornata soleggiata, meteo che ha favorito l’organizzazione e i partecipanti. La linea di arrivo dei 21km,97 metri ha contato 1457 atleti. Il percorso di gara prevalentemente pianeggiante è partito dal Corso Trieste portando i runners nei punti importanti della Città per poi entrare nella storia del Parco Reale della Reggia di Caserta, con arrivo sul rettilineo di Piazza Carlo di Borbone.

La gara sul piano agonistico ha fatto registrare sia al maschile che al femminile una larga rosa di atleti di buon livello. Onesphore Nzikwinkunda (Burundi) con il tempo di 1h05’11” si è aggiudicato la vittoria in assoluto. Seconda pozione per Mohamed Benchelahi 1h08’51 (Marocco – Castenaso Celtic Druid). Terzo Adim Ismail 1h08’53” (Marocco Caivano Runners).

Burundi anche in campo femminile, con Elvania Nimbona la 23enne e arrivata in 15° posizione 1h17’59” Secondo posto per Aurora Ermini (Italia Atletica), 43ª in 1h23’17”, terza Francesca Maniaci (Caivano Runners) , 71ª in 1h25’29”. Prima atleta italiano al traguardo Alessandro Vizzini, per il siciliano con la settima posizione, vince il Campionato Italiano Sordi FSSI. L’ordine di arrivo generale redatto dalla TDS ha classificato 1255 uomini e 222 donne.

La società Caivano Runners del presidente Luigi Celiento per tre volte è stata vista salire sul primo gradino del podio grazie al risultato di Nzikwinkunda e Nimbona e per il successo riservato ai Team. Per tutti i classificati, la classica medaglia al collo in ricordo dell’evento e per dare appuntamento al 2022.

La manifestazione è stata organizzata grazie alle tante collaborazioni tra il tessuto sociale ed economico del territorio. Nella giornata di sabato che ha preceduto la gara nel Villaggio Half Mathon tante iniziative, sede d’incontro e dove i podisti hanno ritirato il pettorale e pacco gara.