Michael Shumacher compie 50 anni. Le iniziative per celebrare il pilota più vincente di tutti i tempi

La leggenda dell’automobilismo Michael Shumacher compie oggi 50 anni e non mancano grandi iniziative per celebrare questo importante compleanno.

Michael Shumacher nasce in Germania, il 3 gennaio del 1969 da una famiglia molto umile. Dopo un cursus honorem strabiliante nelle formule propedeutiche, Shumacher esordisce nel 1991 nella massima categoria e nel 1994 diventa il primo tedesco a vincere il Campionato del Mondo di Formula 1 con una piccola scuderia italiana, la Benetton gestita da Flavio Briatore, ripetendosi nel 1995.
Nel 1996 passa alla Ferrari di Luca Cordero di Montezemolo riuscendo, dopo tanta fatica e peripezie, a vincere di nuovo il titolo di Campione del Mondo nel 2000, titolo che alla Ferrari mancava dal lontano 1979. Da quel momento Shumacher batte ogni record vincendo 5 mondiali di fila dal 2000 al 2004: 7 titoli, 91 gare vinte, 155 piazzamenti a podio sono solo alcuni dei suoi strabilianti numeri.
Shumacher è ricordato per essere il pilota più vincente di tutti i tempi e per aver riportato la Ferrari sul tetto del mondo.

La famiglia Shumacher ha sempre avuto molto a cuore la privacy, in particolare dopo l’incidente di 5 anni fa a Mèribel, in Francia su una pista da sci. Riguardo alla salute del campione tedesco è stato sempre tenuto uno stretto riserbo, ma da notizie recenti sappiamo che il grande Michael adesso è cosciente ed in grado di alzarsi dal letto. Probabilmente questo renderà meno amaro il suo cinquantesimo compleanno, che Shumacher trascorrerà in famiglia nella sua nuova residenza in Spagna.

Per celebrare i 50 anni del più grande pilota di tutti i tempi sono state lanciate importanti iniziative: al Museo Ferrari di Maranello è stata allestita la mostra temporanea “Shumacher 50“, mentre anche il museo Mercedes-Benz a Stoccarda ha dedicato un’esposizione al grande Michael.

La fondazione Keep Fighting, fondata dalla stessa famiglia Shumacher, ha lanciato oggi una app per smartphone, disponibile sia per Android che per iOs, attraverso la quale è possibile visitare virtualmente il museo dedicato al campione tedesco.
Un grande regalo per i suoi numerosi tifosi di tutto il mondo che ancora lo ricordano e lo amano.

Nell’arco della sua carriera, Michael Shumacher è stato amato ed odiato dai tifosi e dagli avversari, forse proprio perché vinceva troppo, ma sempre rispettato per i suoi incredibili risultati e per la sua estrema professionalità. In questa giornata tutti gli esponenti del mondo dell’automobilismo non hanno fatto mancare il proprio omaggio e gli auguri al campione tedesco.

Oggi Michael Shumacher continua a lottare per la riabilitazione dopo l’orribile incidente di Mèribel, accudito dall’instancabile e stupenda moglie Corinna che ha allestito in casa un’autentica clinica con personale medico di prim’ordine.

Nel frattempo i due figli della coppia continuano a portare in alto il cognome Shumacher: Gina Maria è una campionessa di equitazione, mentre il govanissimo Mick ha appena vinto, dominando come suo padre sapeva fare, il Campionato Europeo di Formula 3 mostrando che buon sangue non mente.

Loading...