Minaccia di ucciderlo prima di rubargli il monopattino, individuato e arrestato dai Carabinieri

glp-auto-700x150
sancarlo
previous arrow
next arrow

I Carabinieri della Stazione di Aversa, all’esito di un’attività di indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza che dispone la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di P.F., emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli Nord.

Le indagini hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di P.F. originario di Aversa – in quanto ritenuto responsabile del reato di rapina.

glp-auto-336x280
lisandro
SanCarlo50
previous arrow
next arrow

Il destinatario della misura cautelare è gravemente indiziato di aver sottratto, con violenza e minaccia, un monopattino ad un coetaneo in via Seggio, in pieno centro cittadino di Aversa.

L’attività di indagine, basata su attività di osservazione controllo e pedinamento – analisi dei sistemi di videosorveglianza privati – individuazione fotografica nonché l’escussione delle vittime e di persone informate sui fatti, ha permesso di ricostruire l’azione delittuosa posta in essere dall’odierno indagato.

In particolare, nelle prime ore di domenica 4 giugno u.s., nella centrale via Seggio di Aversa, la vittima – mentre si trovava nei pressi di un distributore automatico di sigarette – veniva avvicinato dall’indagato che, dopo averlo salutato. gli chiedeva di provare il suo monopattino elettrico.

Al rifiuto opposto, P.F. rispondeva: “Ti uccido se non mi dai il monopattino” e, dopo aver proferito tali parole, lo spingeva a terra, sottraendo il veicolo e facendo perdere le proprie tracce.

L’ immediata chiamata al pronto intervento “112” della vittima permetteva, tramite la perfetta descrizione del rapinatore, di effettuare le immediate ricerche, acquisire le prime testimonianze e le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, tutti elementi che venivano corroborati dall’individuazione fotografica della vittima che riconosceva, senza ombra di dubbio, l’odierno indagato come l’autore della rapina del monopattino.

Dopo aver acquisito tutti gl i elementi, i Carabinieri della locale Stazione coadiuvati da Personale Arma del Nucleo Radiomobile si recavano immediatamente presso l’abitazione dell’indagato dove, all’ingresso del palazzo – ubicato alla periferia di Aversa, rinvenivano il monopattino oggetto di rapina, che veniva restituito al proprietario.

Le successive indagini hanno permesso in pochissimo tempo, di accertare le responsabilità a carico dell’odierno indagato, peraltro gravato da recidiva reiterata e specifica.