Miss Italia: intervista ad Erika De Marino, Miss Sorriso Campania 2021

Erika De Marino - Miss Sorriso - con il presentatore di Miss Italia Campania Erennio De Vita

Appena 18 anni di età e due fasce di Miss Italia, prima quella provinciale e poi quella regionale, conquistate al primo tentativo. Erika De Marino, di Napoli, ha vinto la fascia di “Miss Sorriso Campania 2021” ed è una delle nove prefinaliste nazionali di Miss Italia per la Campania.

In vista delle prefinali nazionali che si terranno a dicembre – luogo e data non sono ancora stati comunicati ufficialmente – proseguiamo la nostra serie di interviste per conoscere meglio le ragazze che rappresenteranno la Campania all’82esima edizione del concorso di Miss Italia:

Miss Italia è il primo concorso di bellezza al quale partecipi?
No, non è il primo. Ho partecipato anche a tanti altri concorsi minori già da quando avevo 14 anni.

Hai già esperienza come modella?
Diciamo che ho esperienza da modella ma poca, per arrivare ad essere una modella vera e propria bisogna fare tanto lavoro e tanti sacrifici. Ho già fatto un po’ di shooting e sfilate ma bisogna salire tanti gradini.

Di cosa ti occupi nella vita, qual è il tuo lavoro principale?
Ho un negozio di abbigliamento maschile insieme al mio fidanzato ma non lo reputo il mio lavoro principale perché il lavoro dei miei sogni è sempre stato fare la modella. Quindi, se un giorno dovessi arrivare a ciò che ho sempre sognato, mi dedicherei a quello a tempo pieno. Inoltre, essendo una ballerina, mi piacerebbe diventare maestra di ballo.

Che differenza c’è tra Miss Italia e gli altri concorsi di bellezza?
C’è molta differenza, secondo me, tra Miss Italia e gli altri concorsi perché a Miss Italia il livello è molto più elevato, c’è più competizione. Ti da più emozioni, senza nulla togliere agli altri concorsi. A me è sempre piaciuto Miss Italia, ne sono sempre stata innamorata. Infatti, ho iniziato dai concorsi minori proprio per arrivare a Miss Italia più preparata.

Miss Italia ha cambiato in qualche modo la tua vita? Cosa è cambiato dentro di te ed intorno a te da quando hai vinto la fascia di Miss Sorriso?
Diciamo che ha cambiato un po’ la mia vita, anche dal punto di vista lavorativo. Poi, anche dentro di me è cambiato qualcosa. Quando sul palco ho sentito il mio nome ero estremamente emozionata così come le persone intorno a me. Arrivare in Prefinale nazionale è già un grande risultato quindi tornerò comunque a casa soddisfatta.

Sapresti descrivere l’emozione di partecipare a Miss Italia?
Descrivere l’emozione è molto difficile. Io credo che questa sia un’emozione bellissima e da vivere. Bisogna vivere l’emozione di Miss Italia perché è talmente grande che non la si può trovare altrove. Oltre alle emozioni di gioia ci sono anche l’ansia, la paura, quelle emozioni che ti spingono a mettercela tutta per dimostrare quanto vali.

Miss Italia è nato nel 1939 ed è giunto all’82esima edizione. Come fa un concorso nato in altri tempi ad essere ancora moderno ed a risultare attraente agli occhi di una ragazza diciottenne nel 2021?
Credo che Miss Italia sia ancora moderno perché si aggiorna in continuazione. In Italia è il marchio più importante nel settore. Per questo, tutte le ragazze sono spinte a partecipare all’unico concorso di bellezza vero e proprio. Io sono innamorata di Miss Italia e credo che in Italia non esista niente di simile. Le ragazze vorranno sempre partecipare a Miss Italia sia per provare le emozioni che per mettersi alla prova.

Che rapporto c’è tra voi ragazze? C’è più amicizia o più competizione?
Come rapporto tra noi ragazze c’è sia amicizia che, ovviamente, competizione. Ci unisce il fatto di essere della stessa Regione ma la competizione c’è dovunque. Ed è giusto che sia così. Dietro le quinte anche io sono amica di tutte e sono sempre disponibile a dare una mano a tutte ma, una volta arrivate sul palco, bisogna solo concentrarci sulla propria sfilata. Credo che sia logico.

Con chi delle altre ragazze hai stretto più amicizia?
Preferisco essere amica di tutte, non ho legato con una persona in particolare. Forse parlo di più con Zeudi Di Palma e con Angela Durazzo ma mi piace stare bene in gruppo con tutte.

Hai mai avuto problemi di invidia o gelosia da parte delle tue amiche a causa della tua carriera da modella e nei concorsi?
Sì, ne ho avuti. Sia con la mia ex migliore amica che con altre concorrenti. Penso che anche questo sia normale.

Come ti stai preparando alle Prefinali nazionali?
Mi sto preparando molto. Sto facendo sia corsi di portamento che di dizione. Voglio arrivare pronta al 100% e con la consapevolezza che, anche se non dovessi vincere, avrò dato tutta me stessa e tornerò a casa comunque soddisfatta.

Cosa ti aspetti da Miss Italia? Qual è il tuo obbiettivo? Cosa vuoi ottenere?
Non so cosa aspettarmi da Miss Italia ma il mio obbiettivo è vincere e ce la metterò tutta per far tornare la corona in Campania. E poi secondo me potrà essere un buon trampolino di lancio per costruire piano piano la mia carriera.

La Finalissima Regionale si è tenuta a settembre e le Prefinali nazionali si terranno a dicembre. In tutto questo tempo hai pensato al fatto che sei prefinalista nazionale di Miss Italia?
Ho pensato molto a questo ma ancora non me ne capacito. Credo che me ne renderò conto solo quando arriverò lì e sfiderò le altre ragazze. Credo che sarà un’emozione ancora più forte.

Lo rifaresti? Ci proveresti ancora il prossimo anno?
In questo momento ti direi di no, che non lo rifarei. Credo che un concorso di bellezza si debba fare una sola volta dando il 100%. Se dovessi vincere sarà perché la giuria avrà capito cosa posso offrire. Forse tra qualche anno cambierò idea, sono in dubbio su questo.

Che consiglio daresti alle ragazze che stanno pensando se partecipare a Miss Italia?
Il consiglio che darei è di partecipare senza pensarci. Perché Miss Italia ti da tante emozioni, mi affascina tanto proprio per questo. Partecipare con tutto il cuore e con tutta la volontà essendo contente qualunque sia il risultato perché anche una fascia provinciale di Miss Italia è un bell’obbiettivo.