Missione compiuta in Puglia per la Ble Decò Juvecaserta che conquista il suo secondo successo esterno consecutivo

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Passando sul campo di Corato (79-96 il finale) la Ble si issa in solitudine sul quarto gradino della classifica, grazie alla concomitante sconfitta di S. Antimo ad opera dell’IPVC Avellino.

Sul campo coratino i bianconeri hanno condotto sin dalla prima azione di gioco nonostante abbiano dovuto fare a meno di Lucas dopo 4’56” di gioco per un problema alla caviglia e di Ndoja per un indolenzimento muscolare nei cinque minuti finali, oltre a capitan Sergio uscito malconcio dalla gara di Monopoli.

lucabrancaccio
lapagliara
glp-auto-336x280
previous arrow
next arrow

Pur con rotazioni ridotte, però, la Ble Decò ha mostrato grande autorità sul campo trovando sempre protagonisti diversi nell’arco di una partita il cui risultato praticamente non è mai stato in discussione.

È stato Sperduto a centrare per primo il canestro pugliese con un tiro dalla distanza, mettendo, poi, a segno in rapida sequenza 8 punti consecutivi coadiuvato da Lucas che ha risposte alle iniziative di Boev e Gambarota.

Una tripla di Cioppa, subentrato allo stesso Lucas infortunato, ha dato per la prima volta un vantaggio di quattro punti agli ospiti. Romano dalla distanza ha interrotto il tentativo dei padroni di casa di invertire il trend della gara con Cortese che ha sfruttato i minuti in campo per consentire alla sua squadra di chiudere il primo periodo in vantaggio sul 23-26.


Il secondo periodo è continuato sulla stessa falsariga con vantaggi costanti ma mai decisi dei casertani che hanno continuato a tirare con buone percentuali dall’arco, ma hanno difettato in cattiveria difensiva. Ciononostante, all’intervallo lungo il tabellone luminoso del Palalosito ha segnato un 44-50 per la Ble Decò.

Nella prima metà di gara, i casertani hanno tirato con il 54% da 2 (13/24), il 42% da 3 (8/19) con all’attivo 19 rimbalzi e 9 assist ed un solo tiro libero tentato e sbagliato. Corato ha avuto un eccellente 72% da 2 (13/18), ma solo il 50% ai liberi (3/4) ed il 36% da 3 (5/14) con 18 rimbalzi e 8 assist.

La gara è cambiata decisamente al rientro delle squadre in campo. La Ble Decò ha aumentato i giri in difesa ed ha trovato quasi subito la doppia cifra di vantaggio grazie a otto punti di Cioppa, autore di due triple consecutive, e di un canestro dalla distanza di Sperduto che dopo 3’07 ha segnato il 59-47 per la sua squadra.

Corato ha visto accentuate le sue difficoltà offensive e lo stesso Cioppa e Ndoja dall’arco hanno chiuso un parziale di 14-3 che ha indirizzato decisamente il match verso la squadra ospite (47-64). Corato è riuscita ad accorciare il divario nei minuti finali, ma comunque alla sirena il tabellone ha segnato sempre un +11 a favore dei casertani: 59-70.

L’ultima frazione di gioco ha registrato il tentativo dei padroni di casa di riprendere in mano l’inerzia della gara riducendo il divario fino al -5 con un canestro di Artioli (67-72), ma due canestri dall’angolo di Drigo hanno immediatamente ridato alla Ble Decò gli 11 punti di vantaggio che, poi, con le successive realizzazioni di Ndoja, Romano e Sperduto hanno consentito alla Ble Decò di arrivare fino al +18 (75-93) ad un minuto dalla sirena finale.

Adriatica Industriale Corato – Ble Decò Juvecaserta 79-96
(23-26, 44-50, 59-70)

Adriatica Industriale Corato: Boev 15 (5/7, 0/0), Idiaru 14 (2/2, 3/3), Gorgio Artioli 12 (4/6, 1/3), Battaglia 12 (4/6, 0/6), Stella 10 (2/4, 2/5), Trunic 9 (1/3, 2/6), Gambarota 5 (1/3, 1/2), Infante 2 (1/4, 0/0), Mrgic , Sgarlato ne. Allenatore: Putignano
Ble Decò Juvecaserta: Sperduto 19 (1/5, 4/9), Ndoja 17 (2/3, 4/7), Romano 15 (3/4, 3/6), Cioppa 14 (1/2, 4/5), Drigo 14 (2/4, 2/7), Cortese 6 (3/5, 0/0), Mei 5 (1/2, 1/4), Visentin 4 (2/6, 0/0), Lucas 2 (1/1, 0/0), Giovanni Pagano. Allenatore: Luise

Arbitri: Spinelli e Colombo di Cantù
Corato: tiri liberi: 12/19 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Boev, Artioli 9) – Assist: 14 (Artioli 4)
Caserta: tiri liberi: 10/13 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Visentin 7) – Assist: 18 (Cioppa 4)