Una mobilitazione generale per donare a Sonia il motore della carrozzina rubatole. La raccolta supera già i 4mila euro

Una raccolta fondi per aiutare Sonia Del Vecchio e poterle ricomprare quel motore così prezioso, il propulsore che consente alla sua carrozzina di muoversi e a Sonia di andare dove vuole, e che le è stato rubato dall’auto giorni fa, mentre era con gli amici al bar.

L’idea è delle sue amiche, ma i social indignati si stavano già muovendo in tal senso, perchè l’appello disperato del papà, Salvatore, a restituire il motore, così prezioso per Sonia e così inutile per chi lo ha rubato, era rimasto inascoltato.

Questo uno degli ultimi post su Facebook di Salvatore Del Vecchio, tra l’altro persona nota per aver aiutato attivamente i volontari dei beni comuni nella lotta alla discriminazione delle disabilità, avendo collaborato all’abbattimento delle barriere architettoniche della Villetta di via Arno:

Rieccomi ancora a scrivere

abbiamo atteso fino ad oggi, sperando e credendoci in verità, in un gesto di ravvedimento, di pentimento o semplicemente di “umano sentimento”.

Io in particolare, “generoso e garbato uomo”, ero quasi sicuro che realizzassi, se pur postumo, quanto sia stato ingeneroso e credo anche inappagante “rubare”…un ausilio… elemento essenziale ed imprescindibile alla vita, di chi affronta la quotidianità con GRINTA E TENACIA !

Desidero “amico caro” ringraziarti, si ringraziarti, dal più profondo del cuore, perchè questa tua scelleratezza (di cui sono certo non hai realizzato la gravità), ci ha permesso di acclarare una roba bellissima….tantissime persone, ragazzi, giovani, meno giovani, associazioni, ma soprattutto gente comune, come noi, ci hanno letteralmente inondato con il loro affetto, la loro vicinanza ed hanno gridato a Sonia di non smettere di credere nella vita!!

Tengo ancora a ringraziarti e ti assicuro, lo farei di persona guardandoti negli occhi.

Da ultimo, perchè non vorrei annoiarti, voglio farti sapere che in tanti si stanno offrendo per “darmi una mano” per l’acquisto del nuovo ausilio, affinchè possa al più presto ricominciare a “scorrazzare” per le vie della vita! Buona vita a te “amico”, senza rancore e senza odio, semplicemente sorridendoti.

PS. dai diamanti non nasce niente…dal letame nascono i fiori…”

Ed aveva visto bene papà Salvatore perchè da questa brutta cosa ne è nata proprio una bellissima, una incredibile onda di solidarietà e partecipazione. Eccolo l’appello di Valeria Giordano, una delle amiche di Sonia mentre spiega chi è la sua amica instancabile e perchè c’è bisogno dell’aiuto di tutti.

E questo è il link della raccolta fondi https://gofund.me/2b282976

“Immaginate di andare al bar con i vostri amici; è il momento di tornare a casa, quindi andate verso la vostra auto ed è proprio in quel momento che vi rendete conto che c’è un vetro rotto.
Avete subito un furto.
Non è lo stereo che manca, ma il motore della vostra carrozzina.
È come se vi avessero rubato le gambe.
Fortunatamente, però, c’è una cosa più grande, che corre più forte e va più lontano… È il cuore delle persone.
Vi chiediamo di offrire un gelato a Sonia, una pizza o una bibita, il poco che basta per restituirle la chance di vivere serenamente la sua giovinezza.
Grazie di cuore ❤️
“𝘓’𝘪𝘯𝘥𝘪𝘱𝘦𝘯𝘥𝘦𝘯𝘻𝘢 𝘦̀ 𝘶𝘯 𝘥𝘪𝘳𝘪𝘵𝘵𝘰, 𝘯𝘰𝘯 𝘶𝘯 𝘭𝘶𝘴𝘴𝘰.””

E al momento le donazioni superano i 4mila euro, precisamente mentre scriviamo siamo a 4.648 € raccolti su un obiettivo di 5.000. Forza Sonia, manca poco per poter riacquistare il tuo prezioso propulsore.