In che modo la tecnologia di decodifica VIN sta cambiando l’industria automobilistica?

In che modo la tecnologia di decodifica VIN sta cambiando l'industria automobilistica
SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Comprare auto usate è una pratica economica ed ecologica. Infatti, oltre ad essere un affare, a patto che vengano effettuati i controlli necessari, riduce anche l’impatto ambientale, perché, tramite l’acquisto di un’auto usata, alleggeriamo il pianeta dei costi di produzione, costi soprattutto ambientali, relativi alla produzione di una nuova automobile. Ma come essere sicuri della qualità e della sicurezza del veicolo che stiamo per acquistare? Ecco un metodo efficace per comprare in sicurezza.

Cosa si intende quando diciamo che, prima dell’acquisto di un’auto usata, sono necessari dei controlli? Non sempre i venditori (sia privati, sia professionisti della vendita di veicoli) sono onesti, e, per noi acquirenti, la fregatura è dietro l’angolo. A volte vengono messi in vendita dei veicoli col contachilometri contraffatto, oppure non si è sinceri sul loro reale utilizzo del passato, oppure l’automobile non ha i documenti in ordine. A questo scopo, prima dell’acquisto, sono necessarie delle verifiche, che manualmente sarebbero lunghe e complicate, ma che è semplice e veloce fare da un sito web, che possa controllare lo storico del veicolo.

Cos’è il codice VIN (Vehicle Identification Number)

Un tempo era la targa lo strumento per rintracciare un’automobile, identificarla, e controllare il suo storico, ma sappiamo quanto è facile creare meccanismi di inganno e raggiro usando le targhe dei veicoli, visto che un veicolo può, tecnicamente, cambiare targa. Invece, il codice VIN, conosciuto ai più come “numero di telaio“, è legato univocamente al veicolo, non può passare da un mezzo di trasporto all’altro, e permette di risalire a tutte le informazione del veicolo, sia esso un’automobile, un motociclo o altro.

Il codice VIN (Vehicle Identification Number) è composto da 17 caratteri e viene considerato una vera e propria carta d’identità dei veicolo. Da esso, si risale alla casa costruttrice e all’anno in cui è stata prodotta, alla Nazione dove l’auto è stata fabbricata, all’esatto modello, al tipo di carrozzeria, e a tutti i componenti che caratterizzano quel veicolo: motore, trasmissione, optional presenti.

I controlli resi possibili dal sistema di decodifica VIN

Comprare senza effettuare controlli sulla storia del veicolo è una scelta poco responsabile, ma è anche vero che rintracciare manualmente tutte le informazioni necessarie causa costose ricerche e perdite di tempo. Per fortuna, però, esistono servizi che permettono di effettuare precisi controlli, semplicemente inserendo targa o VIN.

Dopo avere inserito questo dato, il sito fornirà tutte le informazioni riguardo a:

  • chilometraggio;
  • eventuali furti;
  • eventuali incidenti;
  • eventuale ipoteca o confisca;
  • diritto di proprietà limitato;

verificando anche che non si tratti di un:

  • mezzo di trasporto pubblico;
  • mezzo per consegna merci;
  • veicolo utilizzato come taxi o auto a noleggio
  • veicolo per disabili;
  • veicolo per scuola guida;
  • veicolo delle forze dell’ordine;

I controlli vengono fatti Stato per Stato, in modo che si possa individuare su quale nazione si è verificata la problematica, per venire incontro a quegli acquirenti che trovano un vero affare all’Estero.

Il codice VIN sta cambiando il mercato automobilistico?

La risposta è di certo sì. Anche il mercato automobilistico è ormai passato al digitale, ed è ormai dura la vita per chi pensava di poter fare delle truffe nel mercato delle auto e delle moto usate. Con un semplice clic, è possibile mettersi al riparo da fregature, e questo mette in sicurezza non solo gli acquirenti, ma anche i rivenditori. Il codice VIN ha davvero portato il mercato automobilistico nel nuovo Millennio.