Il Moulin Rouge, uno dei monumenti della Belle Epoque, festeggia 130 anni di vita

Il 6 ottobre 1889 Zidler e Oller, due impresari di teatro parigini, fondarono il cabaret più famoso della Belle Époque. Merito di Toulouse-Lautrec e del bacio scandaloso di Colette. Poi verranno la divina Édith Piaf e il musical da 180 milioni d’incasso

Parigi non sarebbe Parigi senza il Moulin Rouge, ancora oggi tra i più celebri locali al mondo. Seconda casa di artisti come Toulouse-Lautrec e monumento alla Belle Epoque, oggi il Moulin Rouge continua a offrire due spettacoli a sera per 365 giorni l’anno.

L’ultima rivista andata in scena ‘Feerie‘ ha richiamato 12 milioni di spettatori. Sul palco salgono ogni giorno 60 artisti di 14 nazionalità diverse e la platea accoglie 900 persone nella mitica sala, con decorazioni Belle-Epoque, concepita da Henri Mahé nel 1951.

Ma il Moulin Rouge nasce a Parigi ben prima, il 6 ottobre 1889. Per festeggiare i 130 anni di questo leggendario locale il 6 ottobre uno spettacolo di suoni e luci sarà proiettato sulla sua storica facciata per ricordare quel lontano 1889 quando, per la prima volta, si aprirono le porte di quello che sarebbe diventato il più importante monumento di Pigalle e della Belle epoque. Per festeggiare l’anniversario 60 ballerine tra la folla si produrranno in uno scatenato can can.