Il Movimento #Onemore presenta “Il Re di Niente”, il monodialogo di Patrizio Ranieri Ciu

SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

La violenza è tra noi, guardati intorno ogni uomo che vedi può essere un Re…di Niente. Lo dicono le statistiche, lo dicono le donne morte.

Ormai ha oltre 20 anni la più attuale autocritica artistica di ogni uomo violento

Il testo teatrale, aperta confessione al maschile di un femminicidio che evidenzia l’inutilità del rimorso ed attraversa i contesti che ne sono l’origine, sarà soggetto di un flashmob culturale continuativo a cura del movimento #Onemore – La Cultura di un uomo è la sola garanzia per una donna, con il patrocinio della Regione Campania, a partire da oggi 25 novembre.

Interpretato dai giovani attori di Fabbrica Wojtyla & Compagnia della Città, la campagna di sensibilizzazione parte dalle stazioni ferroviarie della Regione Campania, scelte perché sono punto di partenza, l’ideale per far viaggiare un messaggio.

Il tema è quello della violenza di genere affrontato con un duplice intento: da un lato evidenziare il rischio di banalizzazione dell’attenzione pubblica per la sensibilizzazione sul fenomeno, dall’altro agire ben oltre l’azione di tutela e di denuncia al femminile con un potente richiamo all’autocoscienza maschile nell’assumersi la responsabilità dell’unica vera risoluzione possibile al fenomeno della violenza di genere: assumere piena coscienza della brutalità di ogni azione violenta, che sia un pensiero, uno schiaffo, un mancato rispetto.

#Onemore ha tra gli altri il plauso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la condivisione e sottoscrizione del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, del filosofo Umberto Galimberti, di tanti Comuni virtuosi come Caserta e Napoli e di altri esponenti stimati della società civile.

SOLITARIO del 25 novembre

Le donne
sono e saranno
sempre commercio…
prima fisico
ed ora
di consenso.

Tutto si vende,
anche un ideale.
L’oasi

della non violenza
è miraggio.
Ma
meglio
il sogno,
anche

se è
quel che
non si avvera.
(Ciu)

#Onemore è l’esempio reale di una rivoluzione culturale che parte da giovani artisti responsabili che per primi intendono dimostrare una volta per tutte la volontà di porre fine a condizioni di “vissuto” eternamente in emergenza e stimolare finalmente il cambiamento che la società necessita.