A Napoli dal 25 maggio la mostra “Il Sacro Telo, la Sindone”, un avatar racconterà la Sacra Sindone

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Nel suggestivo scenario del Complesso Monumentale San Lorenzo Maggiore, nel cuore del Centro Storico di Napoli, al numero 316 di via dei Tribunali, avrà luogo sabato 25 maggio 2024 alle ore 18:00, l’inaugurazione della straordinaria mostra “Il Sacro Telo, la Sindone“.

Attraverso le opere d’arte, e con l’ausilio di avatar e strumenti tecnologici, questa mostra si prefigge l’obiettivo di narrare, passo dopo passo, la “Passione, Morte e Mistero della Resurrezione”, offrendo una ricostruzione mozzafiato degli eventi legati alla figure di Gesù. All’interno dell’esposizione sarà possibile osservare da vicino una replica autentica della Sacra Sindone conservata a Torino. A supervisionare e curare il progetto, il presidente della Fondazione E-Novation, Massimo Lucidi, l’art director Francesco Scianni e il Project Manager Claudio Mele.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

In occasione dell’inaugurazione della mostra, alle ore 18:00, si attendono illustri ospiti tra cui il Ministro alla Cultura Gennaro Sangiuliano, un delegazione ufficiale NATO e numerose personalità che si riuniranno per un raffinato vin d’honneur. Tra i primi a confermare la loro partecipazione, troviamo Candida Carino, Direttrice del Grande Archivio Storico di Napoli, Ciro Castaldo, Direttore della Fondazione Banco Napoli, Gianni Lepre, Consigliere del Ministro della Cultura, Pier Luigi San Felice di Bagnoli, Salvo Iavarone, Presidente di ASMEF e Maria Rosaria Rondinella, Presidente di Buona Sanità.

La mostra si arricchisce con tre straordinarie opere d’arte create dai talentuosi artisti italiani. Domenico Sepe, con la sua opera “Il Cristo Rivelato”, ci guida in un viaggio spirituale intriso di profondità e mistero. Cristian Rizzuti, con la sua magica composizione di luci intitolata “Ecce Homo”, ci incanta e ci fa riflettere sulle tante sfaccettature dell’umanità. Aniello Scotto, con la sua commovente opera “Passo Hominis”, ci invita a esplorare la complessità dell’essere umano e a coglierne la fragile bellezza. Questi artisti italiani ci regalano una visione unica e straordinaria, contribuendo ad arricchire la nostra esperienza artistica.