Nasce “Rainbow”, in Campania la prima radio rivolta ai diversamente abili

Migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità: protocollo d'intesa tra il Garante dei disabili e il Presidente dell’A.N.C.I

Stimolare riflessioni e attivare un percorso di trasformazione che renda le persone con disabilità protagoniste della propria vita. È questo l’obiettivo di RainbowDiversamente Radio, la prima radio campana “partecipativa”, organizzata non solo attorno ai bisogni dei disabili ma sviluppata proprio dalle loro idee e dai loro bisogni.

Creata sull’onda di un progetto del 2010 dell’associazione di volontariato “I Ragazzi della Barca di Carta“, oggi RDR si propone di diventare una realtà consolidata nel mondo dei media, anche perché è grazie alle sue trasmissioni, pensate come strumento d’integrazione e comunicazione, che coloro che hanno difficoltà motorie, mentali e sensoriali possono far sentire la loro voce, consapevoli di essere finalmente ascoltati.

RDR si occupa di informare i cittadini e, nello stesso tempo, di diffondere le realtà del territorio; è gratuita e fruibile da tutti, al suo interno le diverse rubriche offrono servizi differenti e notizie aggiornate in tempo reale.

Ci siamo resi conto” – spiega l’editore e ideatore del progetto, Francesco Baldi, – “che le persone disabili subiscono due tipi di discriminazione: la prima riguarda tutte quelle barriere architettoniche che impediscono loro lo svolgimento di una vita normale; la seconda è una discriminazione di tipo sociale, ossia l’impossibilità di accedere ai media, che sono uno strumento ormai imprescindibile di integrazione“.

Da qui, l’idea di dare vita a uno strumento pensato appositamente per loro.

Oggi, quella che sembrava un’idea difficile da realizzare, è invece una realtà in costante crescita. Come racconta Amelia Focaccio, che di Rainbow è la program manager educational, cultura e terzo settore, “Sono tanti i professionisti che ci ringraziano perché li ospitiamo nelle nostre trasmissioni e che ci sostengono. Con loro, affrontiamo soprattutto temi riguardanti il sociale. Un comparto su cui si potrebbe e si dovrebbe fare di più”. 

Per maggiori informazioni sulle attività di RDR: http://rainboweb.blogspot.com

Facebook: https://www.facebook.com/rainbowebradio