“Nata Ribelle”: presentazione del libro di Yvette Samnick al Comitato Città Viva di Caserta l’11 giugno

Nata Ribelle
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Caserta si prepara ad accogliere la brillante Yvette Samnick, una scrittrice dalla mente incisiva, attivista femminista, mediatrice culturale e ricercatrice.

Martedì 11 giugno sarà il grande giorno in cui presenterà il suo nuovo libro, intitolato “Nata ribelle” e pubblicato da Europa Edizioni nel 2024.

In questa straordinaria opera, che trasuda la forza di un pamphlet politico pur narrando una storia, l’autrice, di origini camerunesi ma da tempo residente in Italia, si ispira alla vita di sua madre per delineare un quadro della condizione femminile nei paesi dell’Africa Sub-Sahariana.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

Ma non solo: attraverso queste pagine, Samnick intende svelare che anche in tali paesi si muove un movimento valoroso, che lotta per i diritti e la libertà delle donne. Un movimento che, sebbene possieda caratteristiche e obiettivi differenti da quelli del femminismo occidentale, non per questo è meno degno di ammirazione.

Yvette Samnick, la brillante autrice del famoso libro “Perché ti amo” (Luigi Pellegrini Editore, 2020), che narra la sua coraggiosa sfida contro la violenza domestica e il razzismo di cui è stata vittima, parteciperà a una stimolante conversazione con Lella Palladino, rinomata sociologa e fondatrice della cooperativa sociale EVA, e Virginia Crovella, attivista del Centro sociale Ex-Canapificio di Caserta.

libro_nata_ribelle

L’appuntamento è alle ore 17 presso la suggestiva Sede del Comitato Città Viva, situata in via Volturno 30 a Caserta. Samnick è arrivata in Italia grazie a una borsa di studio ed ha conseguito la laurea in Scienze politiche con specializzazione in relazioni internazionali presso l’Università della Calabria a Rende.

È anche membro del Centro di Women’s Studies Milly Villa. Attualmente collabora con l’organizzazione Trama di Terre di Forlì dove organizza corsi di scrittura creativa rivolti alle donne che hanno superato situazioni di violenza concentrandosi sulle discriminazioni subite dalle donne straniere.

Attraverso il suo nuovo libro Samnick ci invita a considerare la cucina come “uno spazio politico” nel quale le donne possono contrastare la cultura patriarcale e sessista che influenza la socializzazione maschile.

Qui esse possono costruire forme di resistenza cementando alleanze e scoprendo strumenti unici nella loro lotta spesso misconosciuti a causa dei nostri pregiudizi occidentali che ci impediscono di riconoscerli per quello che sono.

Link evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1180892749747086/?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[]%7D