Nessun dorma di Rudy Cremonini, mostra curata da Vincenzo Mazzarella e Davide Sarchioni

Rudy Cremonini, Exotic guest, 2017, olio su tela (particolare)

Caserta – Dal 19 ottobre al 26 novembre 2018, la Reggia di Caserta presenta la mostra “Nessun dorma” di Rudy Cremonini, a cura di Vincenzo Mazzarella e Davide Sarchioni. La personale riunisce nella Sala della Fortuna e nella Sala dei Porti dieci dipinti recenti di grandi dimensioni, per la maggior parte inediti e realizzati per l’occasione, sollecitando  un’affascinante immersione nell’universo misterioso e poetico della pittura dell’artista.

La collocazione delle opere nelle due sale è stata concepita per innescare una relazione dialogica con gli spazi e le decorazioni della Reggia di Caserta, in un percorso onirico quasi cinematografico, composto da frame e sequenze apparentemente slegate l’una dall’altra.
Il filo conduttore è la riflessione su una possibile “quotidianità” del Palazzo che diventa uno spazio metaforico e interiore, dove il vissuto individuale e le visioni più intime del pittore si annodano ad una visione “domestica” degli Appartamenti Reali. Così un soprammobile gigantesco, una donna nel sonno o una zebra nello zoo sono solo esempi di questo percorso irrazionale che ci conduce ad una lettura insolita del luogo e di noi stessi al suo interno.

Nessun dorma, è un riferimento alla celebre romanza della Turandot di Giacomo Puccini

“Nessun dorma” vuole essere un riferimento esplicito alla celebre romanza dell’opera “Turandot” di  Giacomo Puccini e alla lunga attesa di Calaf affinché sopraggiunga il giorno a liberare il suo amore dalla morte, risuonando come un’allerta, un monito per tutti a non sopirsi, soprattutto in questo contingente momento storico. Un’esortazione che l’artista rivolge a se stesso per non perdere mai l’attenzione sul proprio lavoro che, sotteso a uno stato di necessità interiore, deve prendersi tutto il rischio di saper procedere in un’instabile condizione di equilibrio, per non cadere nelle facili lusinghe dei virtuosismi e degli artifici della pittura.

La mostra è realizzata in collaborazione con La Di-Art, TerraMedia e Galerie Thomas Fuchs di Stoccarda, sotto il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e con la partnership di Vetrya S.p.A..

A chiusura della mostra verrà pubblicata una monografia sul lavoro di Rudy Cremonini, che
documenterà anche il progetto espositivo alla Reggia di Caserta. Il volume, a cura di Davide Sarchioni, sarà edito e distribuito da Gli Ori, con testi in italiano e inglese di Caroline Berner Kühl, Vincenzo Mazzarella e Davide Sarchioni, e un esaustivo apparato fotografico.