Noemi Marotta, fotografa di Caiazzo, vola a Parigi per esporre la sua opera ESsentia

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Noemi Marotta, giovane e talentuosa studentessa caiatina del Corso di Fotografia, presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, oltre ad aver vinto un importante concorso, ha avuto anche l’onore di partecipare ad una mostra prestigiosa di foto a Parigi, con una sua suggestiva opera, dal titolo (ES)sentia.

Si tratta della collettiva europea “New Eyes”, organizzata da “Imagenetion Paris”, dal 19 al 21 maggio scorso, presso la Galleria “Joseph Le Palais”, in rue Saint-Merry, 5.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

Quest’opera trasferisce insieme un senso di aggressione e dolore, ma anche un’ intensa volontà di resistenza, di ribellione alle incomprensioni ed alle ingiustizie nei confronti delle donne, senza rinunciare alla propria profonda e vera femminilità, al bisogno di dolcezza e di amore.

Cosa hai provato vedendo la tua foto esposta in una mostra così prestigiosa di artisti, a livello europeo?

E’ difficile tradurre le emozioni perché queste si sentono, non si dicono. Posso dire che all’improvviso tutto era reale e finalmente potevo vedermi. Alcune persone scattavano delle foto alla mia foto, altre sono venute a cercarmi, altre ancora passavano come se non ci fosse niente appeso alla parete”.

Pensi che sia utile confrontarsi con altri artisti, anche per avere nuovi stimoli creativi?

“Penso sia necessario il confronto, non solo con gli artisti. E sì, anche per avere nuovi stimoli creativi. Ci sono molti fotografi che ammiro. La fotografia è come la poesia per me. Quando leggo alcune poesie, vado oltre le parole, c’è qualcosa che agisce su di me ed è come se sentissi il mio vuoto riempirsi. All’improvviso sono in compagnia nel mio stare sola. È qualcosa di forte e delicato allo stesso tempo. Anche nella fotografia è così.

Quale messaggio pensi di aver trasmesso con questa foto (ed anche altre) sulla situazione della donna di oggi?

Mi piace pensare che tutti abbiano la libertà e la possibilità di poter esprimere la propria necessità, qualsiasi sia il mezzo a disposizione. Ci sono fotografie che mi aiutano a comprendere me stessa e il mondo che mi circonda. Attraverso le immagini, le cose possono essere viste in modo diverso, e vedere le cose in modo diverso ti aiuta anche a pensare in modo diverso. Questo è molto importante per me, e credo lo sia anche per gli altri”.

Quali sono le tue aspirazioni principali per il tuo futuro da artista?
“Mi auguro è continuare ad emozionarmi, non solo con la fotografia ma con l’arte tutta.
Un grazie di cuore e tanti auguri a questa ragazza di grande profondità e notevoli capacità tecnico-espressive, per un futuro brillante e soddisfacente”.

Intervista di Dante Iagrossi