Notte Europea dei Musei: l’Associazione Jervolino e l’Orchestra da Camera di Caserta aprono il museo Archeologico di Maddaloni

L’Associazione Anna Jervolino e l’Orchestra da Camera di Caserta aderiscono alla quindicesima edizione della Notte Europea dei Musei 2019, manifestazione patrocinata è dal Consiglio d’Europa e da ICOM e che coinvolge migliaia di musei di 30 paesi di tutta Europa con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea.

Per l’occasione Sabato 18 Maggio alle ore 20 presso il Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni avrà luogo il concerto Fogli d’Album con il duo rumeno composto dal violinista Gabriel Croitoru e dal pianista Mihai Ungureanu; in programma  pagine celebri di Francœur, Mozart, Paganini, Dvorak, Kessler, de Falla, Albéniz, Enescu e Saint-Saëns.

Il concerto è ad ingresso libero. Perr informazioni e prenotazioni 339 170290.

Gabriel Croitoru

Ha studiato presso il Liceo e il Conservatorio di Bucarest con Mihai Constantinescu, Modest Iftinchi e Stefan Gheorghiu e si è perfezionato con Salvatore Accardo e Zino Francescatti. Vincitore nel 1976 del Concorso Henryk Wieniawski di Lublino e nel 1991 del Pablo Sarasate in Spagna nel 1991, è stato premiato anche in altri importanti competizioni internazionali tra cui il Tibor Varga di Sion e il Paganini di Genova, ottenendo rispettivamente il secondo e terzo premio. Solista dell’Orchestra Nazionale della Radio Rumena e della Filarmonica di Ploiesti, è anche primo violino del Quartetto Transilvano e docente presso l’Accademia di Musica di Bucarest. Ha tenuto concerti in Europa ed in Asia, ospite di importanti orchestre – Royal Philharmonic di Londra, Sinfonica di Montecarlo, Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, Orchestra Sinfonica della Galizia, String Festival Orchestra di Lucerna, Orchestra Sinfonica di Malaga -, collaborando con vari direttori tra cui Leopold Hager, Emanuel Krivinne, Michel Tabachnik, Horia Andreescu e Jacques Bodmer. Con l’Orchestra Sinfonica di Nizza, sotto la direzione di Claude Bardon, ha registrato i concerti di Paganini e Ciaikowski, mentre con quella di Malaga, diretta da Jacques Bodmer, ha inciso l’integrale per violino e orchestra di Pablo de Sarasate, autore di cui è considerato tra i massimi interpreti. È il solo violinista cui il Ministero della Cultura della Romania ha concesso di suonare l’unico esemplare del Guarnieri del Gesù del 1731 – “Cattedrale” – esistente in tale paese, appartenuto a George Enescu ed attualmente custodito presso l’omonimo Museo.

Mihai Ungureanu

Svolge attività concertistica solistica, cameristica e con orchestra ininterrottamente dal 1985, esibendosi in Canada, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Inghilterra, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo, Germania, Svizzera, Austria, Italia, Ungheria, Serbia, Moldavia, Macedonia, Grecia, Polonia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Russia, Libano, Iran, Corea del Sud e Giappone. Ha realizzato numerose registrazioni discografiche con brani di Haydn, Schumann, Brahms, Gershwin, Rosenfeld, Procaccini, Bentoiu ed Enescu. Sovrintendente e direttore artistico della Filarmonica di Craiova per oltre un ventennio, di cui attualmente è pianista solista, ha tenuto masterclass in vari paesi – Stati Uniti, Canada, Germania, Francia, Italia, Russia, Sud Corea, Giappone, Grecia – ed è stato membro di giuria in importanti concorsi internazionali – Viotti Valsesia, Città di Cantù, Franz Schubert di Ovada, Città di Pavia, Pozzoli di Seregno, George Enescu e Pro Piano di Bucarest -.