Nutre 8 muli oggetto di sequestro per quasi 3 anni ma non riceve denaro. Ora il veterinario vuole lasciarli davanti al tribunale

Santa Maria Capua Vetere (Caserta) – Nutre e cura ormai da due anni e mezzo 8 muli sequestrati nel dicembre 2015 dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, ma il veterinario protagonista di questa singolare vicenda non ha mai ricevuto un euro dallo Stato e, ormai stanco, ha deciso di lanciare un vero e proprio ultimatum alla stessa Procura.

Il dottor Giovanni Ferrara, amministratore della società Dog’s Town con sede legale a Francolise e sede operativa a Pignataro Maggiore, ha comunicato anche agli organi di informazione la sua sofferta decisione, nella speranza che oltre a guadagnare l’attenzione dell’opinione pubblica il suo problema possa finalmente trovare una soluzione.

“Informo” si legge nella comunicazione firmata dallo stesso veterinario “che in data 16 luglio alle ore 9.30 con propri mezzi e personale mi recherò davanti all’ingresso del Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere per consegnare 8 muli oggetto di sequestro giudiziario in data 16 dicembre 2015 affidati a titolo oneroso alla Dog’s town e per i quali la stessa non ha mai ricevuto un euro. Pur sostenendo lo spirito di collaborazione con la Procura e con le Forze dell’Ordine, purtroppo adesso sono nella triste condizione di non poter assicurare più il mantenimento e la cura dei suddetti animali non avendo più risorse economiche e quindi, prima di diventare responsabile di una gestione scellerata, consegnerò gli animali”.

Per quanto possa sembrare bizzarro, il caso impone una riflessione seria. Ora il ministero della Giustizia avrà a disposizione solo pochi giorni per venire incontro al veterinario ed evitare che gli otto animali si aggirino liberamente per le strade vicine al Tribunale.