Offeso su whatsapp per le sue scarse doti di calciatore, torna in campo e spara: arrestato un 48enne

Sarebbero state messe in discussione le sue doti di calciatore su un gruppo su whatsapp. Offese che un 48enne di San Cipriano d’Aversa  ha deciso di lavare con il sangue:  ha preso la pistola a casa, si è recato al campo di calcetto dove stava giocando colui che lo avrebbe insultato, e ha tentato di vendicarsi facendo fuoco, ma non ha ferito il vero bersaglio, bensì un’altra persona intervenuta a far da paciere.

L’aggressore, già noto alle forze dell’ordine per reati comuni, è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe per tentato omicidio. La vittima, un 40enne colpito all’addome, è ricoverato in prognosi riservata alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

Nelle prossime ore il Gip del tribunale di Napoli Nord deciderà se confermare o meno il fermo.
I militari hanno sequestrato anche l’arma usata, una calibro 7.65 con matricola abrasa.