Officina Teatro presenta Muhammad Alì, storia di un Corpo

Prima dello spettacolo la mostra fotografica di Beatrix Jessica Jaeger

MUHAMMAD ALÌ
Drammaturgia Linda Dalisi

Regia Pino Carbone

Con Francesco Di Leva

Aiuto regia Riccardo Pisani

Scene Mimmo Paladino

Costumi Ursula Patzak

Musiche Marco Messina | Sasha Ricci

Disegno luci Cesare Accetta

Figura leggendaria dello sport e della cultura americana, il grande pugile Cassius Clay cambiò il suo nome in Muhammad Alì per motivi filosofici e politici.

L’ispirazione di questo spettacolo nasce precisamente dal corpo di Muhammad Alì: un corpo allenato, messo in gioco, sfidato, osannato, osservato, acclamato; un corpo astuto che sa come attutire un colpo, un corpo pronto, forte, nero, in ebollizione. Un corpo nero che fa delle differenze una forza, un vanto, una battaglia. Un attore e un regista, traendo ispirazione dal corpo dell’indimenticabile pugile, metafora della forza che supera ogni limite, si confrontano, sotto gli occhi del pubblico, con il senso dell’impossibile e della sfida.

*  *  *

Prima dello spettacolo, per la sezione Attese per un pubblico in attesa, gli spettatori potranno visitare gratuitamente la mostra fotografica dell’artista Beatrix Jessica Jaeger.

*  *  *

Dopo lo spettacolo il pubblico è invitato a condividere sensazioni e idee intorno a un tavolo di degustazioni offerte dal ristorante «Il malto reale» di San Leucio.

Sab 15 febbraio ore 21.00 | Dom 16 febbraio ore 19.00

Officina Teatro Caserta

Viale degli antichi platani, 10

81100 – San Leucio (Caserta)

Telefono 0823 36 30 66

Officina Teatro
Comunicazione e stampa
Viale degli antichi platani, 10
81100 – San Leucio (Caserta)

www.officinateatro.com