Da oggi Caserta avrà la sua strada dedicata alla memoria di Emanuele Reali, il Vice Brigadiere morto mentre inseguiva un malvivente

Caserta ha sempre avuto in animo di dedicare una delle sue strade alla memoria del vice Brigadiere dei Carabinieri Emanuele Reali, 34enne morto il 6 novembre scorso  investito da un treno in corsa mentre tentava di acciuffare un malvivente in fuga.

Al vice brigadiere, residente a Bellona, sposato e padre di due figli, la Giunta Comunale di Caserta aveva già deliberato lo scorso 3 giugno di attribuire una nuova denominazione toponomastica ad una area di circolazione nella frazione San Benedetto, ossia nell’area del Piano degli Insediamenti Produttivi (P.I.P.).

Poi, considerato che l’asse stradale individuato non risulta attualmente ancora urbanizzato, la scelta è ricaduta su un area più ad est dello stesso, già urbanizzata ancorché priva di accessi abitativi e commerciali e che si collega alla frazione San Benedetto.

Decisione presa, quindi,  con delibera di Giunta Comunale n. 77/2019 che dedicherà alla memoria del Militare la traversa senza nome di Via Campania compresa tra i civici 44 e 48, di fronte a vicolo O.TETI.

La cerimonia ufficiale di  intitolazione della strada al Vice Brigadiere Reali è iniziata oggi alle 10 a San Benedetto, dove sarà scoperta la relativa targa di toponomastica in memoria del militare scomparso.

Il programma della cerimonia:

ore 9:00. 45 Afflusso delle autorità invitate sul luogo della cerimonia.

Ore 10:00 vengono resi  onori alla massima autorità che passa in rassegna lo schieramento.

Ore 10:05 una rappresentazione della liceo classico Pietro Giannone di Caserta sfila con un tricolore di 30 metri  lungo via Emanuele Reali e si attesta sul luogo della cerimonia.

Ore 10:10 lo speaker dà lettura di una breve nota biografica sul vice brigadiere  Emanuele Reali e della motivazione della medaglia d’oro al valor civile concessa al militare.

Alla lettura della motivazione il comandante del picchetto ordina “ATTENTI”, “PRESENT ARM”.

Il trombettiere esegue uno squillo di tromba; al  termine della lettura della motivazione il trombettiere esegue uno squillo di tromba ed il Comandante della picchetto ordina “FIANC ARM”  “RIPOSO“.

Ore 10:15 la moglie del vice brigadiere Emanuele Reali accompagnata dal sindaco di Caserta e dalla massima autorità dell’arma dei carabinieri procede a scoprire la tabella toponomastica della via.

Ore 10:20 vengono resi di onori ai caduti.

Il Comandante del picchetto ordina “ATTENTI“ “PRESENT ARM“ e pronuncia la frase “ONORE AI CADUTI“.

Il trombettiere suona il silenzio.

Al termine, dopo che le autorità sono tornate al loro posto, il Comandante del picchetto ordina “FIANC ARM“ e “RIPOSO“.

Ore 10:25 benedizione della tabella toponomastica da parte del cappellano militare. A seguire lettura della preghiera del Carabiniere.

Il Comandante del picchetto ordina “ATTENTI“ ed un Carabiniere legge la preghiera del Carabiniere mentre la fanfara suona la “Virgo Fidelis” in sottofondo.

Al termine il Comandante del Picchetto ordina “RIPOSO“.

Ore 10:30 discorso del sindaco.

Ore 10:35 discorso della massima Autorità dell’Arma presente.

Ore 10:40 discorso della Prefetto di Caserta

ore 10:45 vengono resi non ori alla massima Autorità che lascia il luogo della cerimonia.

Ore 10:45 fine cerimonia.

Le autorità ed i presenti si porteranno presso il Duomo di Caserta

ore 11:00 inizio Santa Messa celebrata dal Vescovo di Caserta

Loading...