Oltre 16 milioni di euro per l’edilizia scolastica in Provincia di Caserta, approvati i primi sei progetti

Approvati i primi sei progetti di edilizia scolastica per interventi di messa in sicurezza, principalmente di adeguamento sismico e riqualificazione, per gli istituti scolastici superiori di Terra di Lavoro.

Assegnati alla Provincia di Caserta un primo finanziamento di 16 milioni e 340 mila euro, quali risorse economiche finanziate dal MIUR da destinare ad interventi di manutenzione straordinaria per le scuole superiori.

Tali risorse rientrano nel Fondo Nazionale per le Province e Città Metropolitane ed Enti di Decentramento Regionale del Miur, previsto per gli interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole superiori di competenza di Province e Città Metropolitane ed assomma, a livello nazionale, ad euro 855 milioni per l’annualità 2020/2024 e per l’annualità 2021/2024 ad euro un miliardo e 125 milioni.

Gli istituti scolastici, i cui progetti sono stati già approvati, sono i seguenti:

• Liceo Classico “Cirillo” di Aversa, per un importo di euro 3.444. 760, 23;
• Liceo Classico “P. Giannone “ di Caserta, per un importo di euro 1.657.147,02;
• Liceo Statale “S. Pizzi” di Capua, per un importo di euro 3.482.746,79;
• I.S.I.S. “G. Caso” di Piedimonte Matese, per un importo di euro 3.457.662,76;
• I.S.I.S. “Marconi” di Vairano Patenora, per un importo di euro 3.048.696,93;
• Liceo Scientifico “Cortese” di Maddaloni, per un importo di euro 1.248.986,93

“Questi nuovi interventi tecnici in programma rafforzeranno ulteriormente il piano di ammodernamento e di messa in sicurezza delle scuole superiori di Terra di Lavoro – ha dichiarato il Presidente della Provincia, Giorgio Magliocca – e che stiano proseguendo da tempo. L’obiettivo primario è quello di garantire strutture scolastiche non solo moderne, dotate di attrezzature e servizi funzionali ma soprattutto sicure per i nostri ragazzi.

Abbiamo il dovere – ha concluso Magliocca – di custodire e valorizzare, per quanto più possibile, il nostro patrimonio edilizio scolastico ed in tale direzione sono orientati tutti gli interventi tecnici in programma”.